Giornata mondiale ambiente. L’appello di Legambiente

“Per aiutare l’ambiente e il Pianeta possiamo piantare insieme nuovi alberi nelle grandi città e diffondere energie rinnovabili nelle aree più povere del Paese”. Fino al 6 giugno attivo il numero solidale 45593 legato alla raccolta fondi.

Un piccolo gesto per curare l’ambiente: chiama o invia sms per donare 2, 5 o 10 euro perché per prendersi cura dell’ambiente non servono sforzi titanici.

 “Piantare nuovi alberi nelle grandi città italiane e diffondere le energie rinnovabili nelle aree più povere del Paese. Sono queste le due azioni principali e concrete attraverso le quali possiamo l’ambiente e contribuire a fronteggiare la crisi climatica, ma per realizzarle è indispensabile l’aiuto di tutti”. È questo l’appello che Legambiente lancia oggi in occasione della giornata mondiale dell’ambiente invitando i cittadini a sostenere la campagna di raccolta fondi Un piccolo gesto per curare l’ambiente associata al numero solidale 45593 attivo fino a domani domenica 6 giugno. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari WINDTRE, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali. Sarà di 5 o 10 euro per le chiamate da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali e di 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile. Più donazioni verranno fatte, più l’associazione ambientalista riuscirà a realizzare gli interventi previsti, ossia quelli di riforestazione urbana a partire dalle grandi città come Torino, Milano, Roma e Napoli e non solo, e di diffusione delle energie rinnovabili, attraverso la realizzazione di comunità energetiche nelle aree più povere del Paese in collaborazione con associazioni e fondazioni impegnate in progetti sociali in aree periferiche di città metropolitane. Oggi è proprio nelle grandi metropoli che si generano i principali problemi ambientali e climatici e dove vivono sempre più persone, per questo la campagna di raccolta fondi parte da qui. Per l’occasione Legambiente ha anche lanciato un video in cui sintetizza il suo appello, ricordando che “in questa fase di ripartenza e per fermare la crisi climatica è importante l’aiuto di tutti perché anche un piccolo gesto può fare la differenza”.

“In tutto il mondo – spiega il presidente nazionale di Legambiente Stefano Ciafani – la crisi climatica sta causando danni ai territori, alle città e alla salute dei cittadini. È una emergenza globale e ampia da affrontare, ma oltre a mettere in campo politiche climatiche coraggiose e interventi mirati è importante coinvolgere cittadini e territori attraverso un impegno corale e collettivo. Ed è con questo spirito che abbiamo ideato la raccolta fondi “Un piccolo gesto per curare l’ambiente” legata a questa importante giornata ricordando che è nelle città che si gioca una partita fondamentale per fronteggiare la crisi climatica ma anche quella sanitaria, economia e sociale. La strategia più utile e immediata per contrastare il climate change è proprio quella di piantare nuovi alberi, preziosi e strategici polmoni verde, ma anche quella di realizzare sul territorio progetti di comunità energetiche, come abbiamo fatto ad esempio a Napoli, per contrastare allo stesso tempo la povertà energetica che oggi riguarda oltre 2 milioni di famiglie della Penisola”.

La campagna di raccolta fondi, realizzata in collaborazione con l’agenzia Star Biz, del gruppo Master Group Sport, ha come partner principale Oikos La pittura Ecologica, partner Coop, Enel, FastwebSarchio, media partner Rai per il Sociale, LaPresse, Grandi Stazioni e Next New Media. In questa settimana il servizio pubblico ha messo in campo un’importante attività di sensibilizzazione e informazione sui canali televisivi e radiofonici RAI e oggi pomeriggio sabato 5 giugno andrà in onda su Rai 3 lo Speciale TGR per raccontare questo importante appuntamento, ma anche l’impegno di Legambiente che da oltre 40 anni è in prima linea per la tutela e la valorizzazione dell’ambiente con iniziative, mobilitazioni e campagne territoriali. Proprio questa sera, su Rai Uno, nella serata evento Il Volo: Tributo ad Ennio Morricone, dall’Arena di Verona Il Volo sosterrà la call to action, raccontando l’impegno di Legambiente per la Spiaggia dei Conigli di Lampedusa che è stata tolta ad un destino di degrado e che è tornata ad ospitare la nidificazione della Tartaruga Caretta Caretta.

Da segnalare anche alcuni momenti importanti di comunicazione al grande pubblico avvenuti in collaborazione con Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) come il lancio della campagna in occasione dei quarti di finale degli Europei Under 21 in onda lunedì 31 maggio e in occasione dell’amichevole Italia-Repubblica Ceca venerdì 4 giugno, senza dimenticare la call to action fatta da Amadeus con i due giocatori della Nazionale Leonardo Bonucci e Francesco Acerbi in occasione del programma “Notte Azzurra”, in onda martedì 1 giugno, che ha conquistato la prima serata annunciando la lista dei convocati per gli Europei di Calcio in un format tv inedito

In occasione della giornata mondiale dell’ambiente Legambiente ricorda che gli alberi riducono le emissioni di CO2 in atmosfera, rimuovono le polveri sottili causate dal traffico e dal riscaldamento, mitigano le ondate di calore sempre più frequenti, attutiscono i rumori fino al 70%. Inoltre apportando benefici in termini di contrasto ai cambiamenti climatici, accrescendo la biodiversità locale e migliorando la qualità degli habitat. Preziosa e strategica anche la diffusione delle rinnovabili e delle comunità energetiche, quelle censite in Italia da Legambiente sono almeno 30 tra configurazioni di comunità energetiche da fonti rinnovabili ed esperienze di autoconsumo collettivo. Le comunità energetiche potranno contribuire, secondo uno studio Elemens – Legambiente, con circa 17 GW di nuova potenza da rinnovabili al 2030, pari a circa il 30% dell’obiettivo climatico al 2030 del PNIEC, ancora da aggiornare. La restante parte dovrà essere coperta attraverso lo sviluppo di impianti eolici, a bioenergie, geotermici, idroelettrici diffusi nei territori e ben realizzati.

Infine l’associazione ambientalista in questa giornata particolare vuole anche ricordare alcune storie di tutela ambientale che arrivano dal basso, da realtà territoriali, associazioni, enti universitari, cooperative di comunità. Oltre quella di Alghero, in Sardegna, con l’opera di rimboschimento realizzata dal musicista Claudio Abbado e di Napoli dove è stata realizzata la prima comunità energetica, altra belle storie di tutela e valorizzazione ambientale arrivano da Pantelleria con il progetto dedicato ai giardini panteschi o dall’Isola dell’Elba dove è stato realizzato il santuario delle farfalle. Dal cuore del centro Italia, più precisamente da Arquata Tronto, uno dei centri più colpiti dal sisma del 2016, arriva la storia dell’associazione Monte Vector che porta avanti un’attività ad alta quota per un turismo montano sostenibile e inclusivo, dimostrando un grande amore e un attaccamento per la propria terra, nonostante le difficoltà legate prima al terremoto e poi alla pandemia. Tra le altre storie che raccontano i risultati raggiunti da Legambiente, grazie ai propri volontari e al contributo di tante persone, ci sono quelle dei centri di recupero per animali come il CRTM di Manfredonia, in Puglia, che cura e salva le tartarughe marine in difficoltà.

Le info sulla campagna Un piccolo gesto per curare l’ambiente anche sui social:

Facebook: https://www.facebook.com/legambiente.onlus/

Twitter: https://twitter.com/Legambiente

Instagram: https://www.instagram.com/legambiente

Linkedin: https://it.linkedin.com/company/legambienteonlus

Youtube: https://www.youtube.com/user/LegambienteOnlus

 

Hashtag ufficiali della campagna: #CuriAMOlAmbiente e #Legambiente45593

 

Condividi questa pagina sui social: