Agromafia e Zoomafia


La filiera agroalimentare è quella in cui si riscontra il maggior numero di infrazioni a opera della criminalità ambientale. Dalle attività illecite compiute in agricoltura, si pensi alle truffe per ottenere finanziamenti pubblici a sostegno di alcune colture piuttosto che alla piaga sociale del caporalato che sfrutta la manodopera in nero, al trasporto della merce, fino alla vendita dei prodotti sui banchi dei supermercati e al business legato alla ristorazione. Le mafie, insomma, controllano questo settore dal campo al piatto. E il business è davvero ghiotto: solo nel 2014, secondo le stime sui dati delle Forze dell’ordine, si aggira intorno ai 4,3 miliardi di euro. Sono migliaia i produttori che subiscono il controllo delle cosche, attraverso minacce, soprusi ed estorsioni, soprattutto nelle regioni meridionali. Quello rurale, poi, è un mondo in cui vige ancora molto forte l’omertà rispetto a questo tipo di illegalità. Le famiglie criminali hanno le mani sui mercati ortofrutticoli più importanti del Paese. Numerose inchieste hanno smascherato la presenza di ‘ndrine, cammorristi e cosche all’interno dei grandi mercati di Milano, di Fondi nel basso Lazio, di Vittoria e di molte altre località in Sicilia e nelle regioni del Sud, dove i boss comandano indisturbati. La presenza criminale, infine, è forte anche nella commercializzazione di alcune produzioni tipiche pregiate, a cominciare dall’olio di oliva, passando dal parmigiano reggiano alla mozzarella di bufala, dal pomodoro al vino, spesso utilizzando l’imbroglio del “falso made in italy” o dell’”italian sounding” per conquistare importanti fette del mercato internazionale.

 

Con zoomafia si intende invece definire il settore criminale che trae profitto dal controllo di attività illegali che hanno al centro gli animali. È un fenomeno che si estende dal Nord al Sud del nostro Paese e che vede la collaborazione della criminalità organizzata italiana con quella straniera. Il fatturato delle cosche specializzate in questo settore è stimato in 3 miliardi di euro. Un giro di denaro enorme che riguarda i traffici di cani e gatti con finti pedigree o di animali esotici, il bracconaggio e il contrabbando di fauna selvatica, le scommesse illegali sulle corse clandestine dei cavalli (un terzo dell’intero fatturato) e i combattimenti fra cani. Ma nel novero delle attività vanno inseriti anche il racket del pesce, la macellazione clandestina, i furti di bestiame e le sofisticazioni alimentari.

 

www.noecomafie.it
Le storie e i numeri della criminalità ambientale in Italia

 

13 Lug 2016
Rifiuti, agroalimentare e specie protette. Sono queste le tre filiere studiate e monitorate per il progetto Civic (Common Intervention on Vulnerability in Chains) - finanziato dalla DG Home Affairs della Commissione Ue per individuare le vulnerabilità alle proiezioni criminali e proporre soluzioni concrete. Al termine di due anni di lavoro,...
20 Lug 2015
“La maxi  operazione di questa mattina della Dia in Campania, Lazio e Sicilia contro la gestione monopolistica di alcuni mercati ortofrutticoli operata dai clan Casalesi e Mallardo nel sud e nel centro Italia, dimostra ancora una volta come il settore agricolo e il Made in Italy gastronomico siano diventati il fronte prediletto della...
30 Giu 2015
Finalmente gli ecocriminali saranno costretti a pagare. Dopo 21 anni di battaglie, la legge n. 68 del 22 maggio 2015, ha introdotto i delitti contro l’ambiente nel Codice Penale. Questa edizione 2015 del rapporto Ecomafia, realizzato col contributo di Cobat, ed edito dalla casa editrice Marotta e Cafiero, non può che aprirsi quindi...
30 Giu 2015
      Finalmente gli ecocriminali saranno costretti a pagare. Dopo 21 anni di battaglie, la legge n. 68 del 22 maggio 2015, ha introdotto i delitti contro l’ambiente nel Codice Penale. Questa edizione 2015 del rapporto Ecomafia, realizzato col contributo di Cobat, ed edito dalla casa editrice Marotta e Cafiero, non pu...
30 Giu 2015
      Finalmente gli ecocriminali saranno costretti a pagare. Dopo 21 anni di battaglie, la legge n. 68 del 22 maggio 2015, ha introdotto i delitti contro l’ambiente nel Codice Penale. Questa edizione 2015 del rapporto Ecomafia, realizzato col contributo di Cobat, ed edito dalla casa editrice Marotta e Cafiero, non pu...
06 Giu 2015
  Un’aggressione al Made in Italy gastronomico che nell'anno dell'Expo raggiunge numeri impressionanti. Sono state 7.985 le infrazioni penali accertate nelle varie filiere agroalimentari, oltre 21 reati al giorno, con 14.917 denunce penali e 126 arresti, per un giro d'affari che, tra sequestri e finanziamenti illeciti...
25 Feb 2015
“È urgente che si approvi con le ultime modifiche il Ddl sugli ecoreati nel codice penale, ancora in discussione al Senato a quasi un anno dall'approvazione alla Camera. Il Paese e il popolo inquinato non posso più attendere ”. È quanto hanno chiesto le 25 associazioni firmatarie dell’appello “In...
04 Feb 2015
Eccellenze campane in oltre trenta ricette e raccolte nel libro “Campania, la terra dei Cuochi” realizzato da Legambiente e edito dalla Marotta&Cafiero”, una giovane cooperativa di Scampia, che ora conquista il mercato internazionale e sbarca a Berlino con la versione tradotta in Inglese.   Con la collaborazione di...
28 Nov 2014
“Il reato è estinto per intervenuta prescrizione”. È un “verdetto” che si ripete e che accomuna ormai molti dei più importanti processi penali italiani su reati e disastri ambientali come quello riguardante il caso Eternit, la discarica di Pitelli (La Spezia) al centro di un traffico di rifiuti, il...
11 Giu 2014
SONO 29.274 LE INFRAZIONI ACCERTATE NEL 2013, PIÙ DI 80 AL GIORNO, PIÙ DI 3 L’ORA. IN MASSIMA PARTE HANNO RIGUARDATO IL SETTORE AGROALIMENTARE: BEN IL 25% DEL TOTALE, CON 9.540 REATI, PIÙ DEL DOPPIO DEL 2012 QUANDO ERANO 4.173. IL 22% DELLE INFRAZIONI HA INTERESSATO INVECE LA FAUNA, IL 15% I RIFIUTI E IL 14% IL CICLO DEL...
22 Mar 2014
Dalla Terra dei Fuochi all’Agro Pontino per dire basta all’ecomafia e a quelle forme di criminalità ambientale che in questi anni hanno sfregiato questi splendidi e ricchi territori, danneggiando l’ambiente, mettendo a rischio la salute dei cittadini e eliminando persone “scomode” come Don Cesare Boschin. Il...
17 Gen 2014
Contro abbandoni, maltrattamenti e illegalità a danno degli animali, Legambiente lancia la nuova campagna “Vengo via con te!”. L’associazione mette a disposizione i propri avvocati, esperti e volontari, presenti in tutta Italia, per dare supporto a chi voglia difendere gli animali da violenze e crudeltà.“Diamo il via oggi, nel giorno dedicato a...
20 Dic 2013
Un’importante operazione condotta dal personale del Corpo Forestale dello Stato del Servizio Cites Centrale di Roma, in collaborazione con i Nuclei Investigativi Provinciali di Polizia Ambientale e Forestale in diverse regioni italiane, ha portato alla denuncia di otto allevatori per detenzione di lupi selvatici rinsanguati con cani appartenenti...
05 Dic 2013
500 mila controlli, 28 mila tonnellate di prodotti sequestrati, per un valore economico di oltre mezzo miliardo di euro: ecco la sintesi delle operazioni condotte nel 2012 in Italia ad opera degli organi preposti al controllo per vigilare sulla sicurezza alimentare del Belpaese. I dettagli delle indagini sono stati raccolti e  riportati nel...
06 Nov 2013
È la provincia del Lazio con il litorale più esteso e ricco di zone a tutela ambientale, ma anche la provincia preferita dagli ecomafiosi. Qui, tra Latina, Sabaudia e San Felice Circeo, le cosche mafiose sono ormai ben radicate e strutturate sul territorio e da anni concentrano i loro affari d’oro legati al ciclo illegale del cemento, dei rifiuti...
06 Nov 2013
È la provincia del Lazio con il litorale più esteso e ricco di zone a tutela ambientale, ma anche la provincia preferita dagli ecomafiosi. Qui, tra Latina, Sabaudia e San Felice Circeo, le cosche mafiose sono ormai ben radicate e strutturate sul territorio e da anni concentrano i loro affari d’oro legati al ciclo illegale del cemento, dei rifiuti...
17 Giu 2013
34.120 reati, 28.132 persone denunciate, 161 ordinanze di custodia cautelare, 8.286 sequestri, per un giro di affari di 16,7 miliardi di euro gestito da 302 clan, 6 in più rispetto a quelli censiti lo scorso anno. I numeri degli illeciti ambientali accertati lo scorso anno delineano una situazione di particolare gravità. Il 45,7% dei reati è...
14 Giu 2013
Nuovo sequestro, il 6 giugno scorso, di cavalli, asini, muli, bardotti e bovini sparsi in un vasto territorio nel Comune di Paliano (FR). Si tratta, oltre a  15 bovini, di 16 cavalli, 21 pony, 7 asini, 4 muli e 2 bardotti, compresi molti puledri di pochi mesi con le madri già nuovamente gravide. E’ l’ennesimo capitolo dell’“Operazione...
12 Feb 2013
Più di un’inchiesta ogni 4 giorni, con 297 persone arrestate e denunciate, 35 aziende sequestrate e un valore di 560 milioni di euro finito nelle mani degli inquirenti: negli ultimi due anni hanno interessato l’Italia 163 indagini internazionali per traffici illeciti di rifiuti, merci contraffatte, prodotti agroalimentari e specie animali. Un’...
19 Lug 2012
“Le contraffazioni e le frodi colpiscono ancora una volta il cuore del settore agroalimentare italiano. È indispensabile un’etichettatura completa e trasparente dei prodotti e garantire la tracciabilità delle produzioni. Il sequestro di questa mattina da parte dei Nas di Cremona conferma infatti quanto denunciato nel...