Rifiuti s.p.a.


Dal 1994 i numeri e le storie di una economia criminale

Era 1988 quando secondo le confessioni del  primo boss pentito dell'ecomafia Nunzio Perrella, i clan scoprivano che " la munnezza è oro". Da allora sono seguiti anni  di scempi, di territori trasformati in depositi di veleni, di cittadini esposti a gravissimi rischi per la loro salute. Truffe, corruzione, camorristi che diventano "imprenditori dellla munnezza" ed imprese che fanno affari con i clan. Anni di ecomafia e di politica irresponsabile sorda alle denunce e alle proposte di chi, come Legambiente, vedeva il baratro che avrebbe inghiottito una regione di straordinarie bellezze come la Campania. Chiedeva e sucggeriva interventi risolutivi che non sono mai arrivati.  

I dossier Rifiuti s.p.a. vogliono essere innanzitutto un contributo concreto alle ragioni dei tantissimi cittadini onesti che vivono in Campania e alla loro voglia di riscatto. Ma e' anche il riconoscimento dell'impegno profuso in questi anni dai magistrati e dalle forze dell'ordine, da chi, nelle istituzioni, si è speso con coraggio e determinazione per affermare principi di legalità e trasparenza.

Ci auguriamo che scorrendo le storie di questa autentica vergogna nazionale, Il governo, il Parlamento, le Regioni, insomma lo Stato nella sua interezza e la classe politica che lo rappresenta comprendano finalmente la gravità e la profondità dei fenomeni che denunciamo e, sopratutto, definiscano risposte serie, concrete e destinate a durare nel tempo.

Terra dei fuochi: radiografia di un ecocidio (2013)

Rifiuti s.p.a. 2012

Copertone selvaggio 2012

Copertone selvaggio 2011

Rifiuti s.p.a. 2008

Rifiuti s.p.a. 2005

La chimera delle bonifiche 2005

Rifiuti s.p.a. 2004

Rifiuti al sud, l'emergenza infinita 2001

Rifiuti s.p.a. 1995

Rifiuti s.p.a. 1994

 

 

Temi: