Viaggiare con la bici

Il cicloturismo protagonista della prossima stagione estiva all’insegna della Low Touch Economy e della nuova normalità in epoca Covid 19. Ecco i dati del rapporto di Legambiente e  Isnart-Unioncamere.

Negli ultimi anni si è registrata una crescita esponenziale di chi sceglie di trascorrere le vacanze pedalando nel nostro Paese. Il cicloturismo è un fenomeno uscito ampiamente dalla condizione di nicchia e che ora determina un impatto economico rilevante, e con enormi potenzialità di crescita.

Lo evidenziano i numeri del Rapporto Viaggiare con la bici di Legambiente e Isnart-Unioncamere: 20,5 milioni di pernottamenti di cicloturisti italiani registrati nel 2019. Numeri che potrebbero lievitare nel 2020 come dimostra il Rapporto. 

Il cicloturismo può infatti rappresentare una componente importante per sostenere la ripresa del turismo e per fruire delle bellezze dei territori italiani all’insegna dell’ambiente e della sostenibilità. Esprime i caratteri distintivi della Low Touch Economy – sicurezza, salute, distanziamento, corto raggio – ed è un candidato d’eccellenza alle esigenze di “nuova normalità” per il superamento dell’emergenza coronavirus.

Viaggiare con la  bici
caratteristiche ed economia del cicloturismo in Italia 

Comunicato stampa

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter di Legambiente? Basta inserire i tuoi dati cliccando sul seguente pulsante