Trasporto su ferro


Il trasporto ferroviario - dunque via treno o metropolitana - è una delle modalità di spostamenti più efficienti, meno inquinanti, più sicure e col minore impatto sul territorio. Non è invece la modalità più diffusa, e resta largamente minoritario rispetto ad altre più inquinanti, energivore e pericolose, come il trasporto su gomma.

Il settore dei trasporti è l’attività che maggiormente incide sul bilancio energetico nazionale: i sui consumi ammontano a un terzo circa del totale. Di questi, alle ferrovie è imputabile, insieme alle vie d’acqua, meno del 2%, contro il 90% del trasporto stradale. Le emissioni inquinanti in atmosfera dei vari settori riflettono l’andamento dei loro consumi: il treno, dunque, è una delle forme più sostenibili. Nell’ultimo ventennio in Europa, tuttavia, l’estensione della rete autostradale è aumentata di più dell’8%, mentre per quella ferroviaria l’aumento non ha raggiunto nemmeno il 4%. Nonostante la maggiore efficienza: a parità di tempo, una linea ferroviaria a doppio binario porta un numero di passeggeri o di tonnellate di merci maggiore di una strada a quattro corsie. Anche un altro fronte, dove importante è stata la crescita di domanda di trasporto, quello urbano o metropolitano, vede il treno in posizione ancellare: in Italia, degli oltre 13 milioni di pendolari, solo uno su 7 si muove in treno.

Una delle ragioni di questo squilibrio modale, è che la ferrovia si trova a dover contrastare la concorrenza a tutti gli effetti sleale del trasporto su gomma, che mantiene la sua competitività solo perché non paga i costi ambientali (smog, gas serra, traffico) e sociali (incidenti stradali, malattie) di cui è responsabile. E perché resta una delle industrie che riceve il maggior sostegno pubblico sotto forma di incentivi vari.

24 Gen 2017
Ogni giorno in Italia quasi 5,5 milioni di persone prendono il treno per spostarsi per ragioni di lavoro o di studio, un numero solo leggermente superiore al 2015 (+0,2%), quando i pendolari del treno erano 5,43 milioni (e 5,1 nel 2014). A crescere in maniera evidente sono, invece, le diseguaglianze tra le Regioni rispetto al numero di viaggiatori...
12 Dic 2016
Guasti tecnici, ritardi imprecisati, sovraffollamento mettono alla prova ogni giorno quei milioni di cittadini che utilizzano il treno per raggiungere il luogo di lavoro o studio. E mentre cresce ancora l’offerta del servizio ad alta velocità (+276% dal 2007 sulla Roma-Milano), le condizioni in molti casi continuano a peggiorare per...
21 Gen 2016
Legambiente: “Serve subito un cambiamento delle priorità, per passare dalle grandi opere a quelle davvero utili nelle città e al Sud, e per comprare finalmente nuovi treni per i pendolari” In Italia aumentano le persone che viaggiano in treno, ma con dinamiche molto differenti da Nord a Sud. Da una parte il successo...
28 Dic 2015
L’area C di Milano, la zona 30 di Torino Mirafiori e Cagliari, la bicipolitana di Pesaro. Ed ancora il piano della mobilità pensato dalla città di Bolzano per incentivare i cittadini ad usare i mezzi pubblici, la linea tram di Firenze-Scandicci che in quattro anni ha registrato oltre 13 milioni di viaggiatori all’anno ben...
16 Dic 2015
Treni vecchi, lenti, su linee che vedono troppo spesso tagli e accumulano ritardi. La situazione del trasporto ferroviario italiano è sempre più divisa in due, tra una Alta Velocità con servizi più veloci e moderni e un servizio locale con diffusa situazione di degrado che spinge purtroppo i cittadini all’uso dell...
06 Mar 2015
La Giornata delle ferrovie dimenticate cade quest’anno l’8 marzo. L’appuntamento è organizzato dalle associazioni ambientaliste riunite nella Confederazione Mobilità Dolce (Co.Mo.Do.), con il patrocinio morale del Patrimonio Unesco, del Ministero dell'Ambiente e della Fondazione Ferrovie dello Stato, per...
18 Dic 2014
È un’Italia che viaggia a due velocità: da una parte l’alta velocità delle Frecce e di Italo che collegano Roma, Milano, Napoli, Torino, Venezia con una offerta sempre più ampia, articolata e sempre più remunerativa. Tra Roma e Milano l’aumento dell'offerta in 7 anni è stato pari al...
29 Ott 2014
Si potrebbe finalmente realizzare il prolungamento della metro di Torino, oppure mettere mano alla necessaria messa in sicurezza del Secchia e Panaro nel modenese, oppure fare la chiusura dell’anello ferroviario di Roma, o il terminal degli autobus a Campobasso o anche impianti per il trattamento dei rifiuti organici in Campania…....
17 Ott 2014
  Vivere in città può costare caro alla salute. Tanto che esistono alcune patologie indotte espressamente dall’ambiente urbano. E’ il “mal di città” al quale dedica la copertina La Nuova Ecologia di ottobre. Un vero e proprio inferno di gas, rumore e affollamento confermato dai dati dell’Oms...
09 Dic 2013
La Circumvesuviana, la Roma Nettuno, la Padova-Calalzo, la Potenza-Salerno, ma non solo. Legambiente ha elaborato una selezione delle tratte ferroviarie pendolari peggiori d’Italia, tra riduzioni delle corse, lentezza, disservizi e sovraffollamento: una triste classifica presentata oggi dall’associazione ambientalista nell’ambito della sua...
02 Dic 2013
Ha preso il via oggi Pendolaria, la campagna di Legambiente dedicata al trasporto ferroviario pendolare, che quest’anno mobilita i Sindaci per investimenti nel servizio e per avere più treni e finalmente nuovi e puliti. L’associazione, infatti, ha redatto e diffuso il manifesto "Siamo tutti sullo stesso Treno" e chiesto ai sindaci dei comuni dove...
05 Set 2013
Mentre il ministro dell’Ambiente Orlando a Milano cerca di intavolare con le regioni del nord una strategia antismog, il caso vuole che un'altra missione diplomatica si svolga in senso contrario, con la visita di Stato del Ministro Svizzero dei trasporti e dell'ambiente, Doris Leuthard, ai suoi colleghi italiani. Due eventi che hanno molti temi in...
12 Lug 2013
“Gli antichi binari ferroviari abbandonati, se restaurati e valorizzati nel rispetto del paesaggio, possono essere un utile supporto al turismo sostenibile, alla mobilità dolce e alla creazione di nuove opportunità di lavoro legate al recupero e alla salvaguardia del territorio. Con i dovuti investimenti economici e tecnologici, molte di queste...
08 Apr 2013
“L'incidente ferroviario avvenuto questa mattina in Umbria dimostra ancora una volta il ritardo degli investimenti nel trasporto locale su ferro. È una vergogna che su una linea costruita nel 1886 viaggino ancora vecchi treni diesel, che procedono ad una media di 38km l'ora, senza contare la situazione di pericolo a cui vanno incontro. Quanto...
21 Mar 2013
Legambiente chiama a raccolta soci e sostenitori per partecipare alla marcia No Tav che si terrà sabato 23 marzo in Val Susa, per dire ancora una volta No a un progetto inutile e dannoso, che con il passare del tempo e l’avanzare della crisi economica nazionale e internazionale diviene sempre più insostenibile, non solo per il territorio della Val...
07 Mar 2013
L’auto privata resta il mezzo privilegiato dagli italiani per i loro spostamenti in ambito urbano. A ribadirlo è lo studio di Legambiente su 53 capoluoghi italiani secondo cui sono, infatti, ben 45 le città dove i piccoli spostamenti vengono effettuati prevalentemente con il mezzo privato rispetto al trasporto pubblico o la bici e a piedi. A...
18 Dic 2012
“Fateci uscire dalla preistoria”. E’ lo slogan dei volontari di Legambiente che manifestano oggi insieme ai pendolari di Roma, Padova, Foligno, Pinerolo, Napoli, Viareggio, Lucca, Pistoia, Prato, Firenze, Bologna, Genova, Ancona e Caltagirone. Quattordici appuntamenti in altrettante stazioni d’Italia, dal Veneto alla Sicilia, per sottoporre all’...
17 Set 2012
“E’ ora di ratificare il Protocollo Trasporti della Convenzione delle Alpi, chiediamo al parlamento un impegno preciso a favore del trasporto su ferro”.  Così il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza in merito all’ennesima votazione sul Protocollo Trasporti della Convenzione delle Alpi prevista per domani al Senato. La...
20 Apr 2012
Le città e le politiche della mobilità sostenibile sono state al centro della conferenza nazionale promossa a Firenze da Regione Toscana e Legambiente. A dimostrare la priorità di questi temi rispetto al dibattito politico sul futuro del Paese e le ricette per uscire dalla crisi è uno studio, presentato per l’occasione, che mostra i cambiamenti...
06 Mar 2012
La qualità dell’aria in Italia non accenna a migliorare. Ossidi di azoto, ozono troposferico, ma soprattutto PM10 continuano a soffocare le nostre città rendendo l’aria irrespirabile e mettendo la salute dei cittadini a serio rischio. A soli due mesi dall’inizio del 2012, sono 27 i capoluoghi della nostra Penisola che hanno già esaurito i 35...