Inquinamento


L’Agenzia europea per l’ambiente definisce l’inquinamento come l’alterazione, causata direttamente o indirettamente dall’uomo, delle proprietà biologiche, fisiche, chimiche o radioattive dell’ambiente (dell'acqua, del suoloo dell'aria), quando crei un rischio o un potenziale rischio per la salute dell’uomo o la sicurezza e il benessere di ogni specie vivente. Gli inquinanti, dunque, sono sostanze o fattori fisici (ad esempio calore o rumore) che interferiscono con il naturale funzionamento degli ecosistemi: possono essere già presenti in natura, o essere derivare dalle attività dell’uomo.

Possiamo distinguere diversi tipi di inquinamento, in base all’oggetto contaminato, alle modalità o alla fonte della contaminazione: inquinamento dell'aria, dell’acqua, del suolo, inquinamento chimico, acustico, elettromagnetico(dovuto a radiazioni elettromagnetichenon ionizzanti: quelle delle emittenti radiofoniche, degli elettrodotti, dei ripetitori, dei telefoni cellulari),  luminoso(alterazione dei livelli di luce notturna naturale, legata agli eccessi di illuminazione al di fuori delle aree alle quali è direttamente indirizzata), termico(l’aumento innaturale della temperatura in un ecosistema, come avviene nei fiumi nei quali viene scaricata l’acqua di raffreddamento delle centrali elettriche), genetico (la diffusione incontrollata, dovuta all’ingegneria genetica, di geni nei genomi di specie diverse da quelle nelle quali sono presenti in natura), nucleare(dovuto a incidenti, esperimenti, smaltimento di materiali radioattivi o contaminati nel processo di produzione di energia), urbano, agricolo (dai rifiuti solidi o liquidi delle attività agricole - dai pesticidi ai fertilizzanti - all’erosione del suolo), industriale, biologico.

27 Apr 2015
Domani si celebra la giornata mondiale delle vittime dell’amianto per ricordare le tante persone che hanno perso la vita a causa della fibra killer e per attirare l’attenzione sull’attuale situazione in tema di interventi e bonifiche, necessari per fermare questa drammatica emergenza per cui, ogni anno, in Italia muoiono ancora...
02 Apr 2015
2 aprile 2015. Invece di avviare la procedura per mettere al bando il glifosato, dopo che l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) ne ha decretato la “probabile cancerogenicità”, il nostro Governo si avvia a discutere e mettere in atto un piano di azione nazionale “per l’uso sostenibile dei...
19 Mar 2015
Finalmente oggi in commissione giustizia della Camera inizia l'esame del ddl sugli ecoreati, già approvato dal Senato dopo un approfondito dibattito, in Commissione e in Aula, durato oltre un anno. Nell'ultima settimana sono stati diversi i tentativi di introdurre ulteriori modifiche che farebbero tornare il provvedimento al Senato...
16 Mar 2015
Ancora una volta si fa un regalo alla lobby del petrolio mettendo in campo l’ennesimo e insensato attacco al mare italiano. Questo il commento di Legambiente sul parere favorevole rilasciato oggi dalla commissione VIA sul progetto della piattaforma petrolifera ad Ombrina Mare in Abruzzo. Dagli studi presentati, si evince, infatti, l’...
03 Mar 2015
“Quello approvato è un decreto a senso unico, schiacciato sulle esigenze della produzione, invece che sulla necessità di protezione della salute e dell’ambiente”. Questa la dichiarazione di Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente, sul decreto Ilva approvato oggi. “Seguiremo nelle prossime...
26 Feb 2015
L’Italia è tra i paesi europei maggiormente colpiti dalla crisi, dove la recessione ha fatto esplodere tutti i fattori di debolezza economica, sociale e istituzionale esistenti, eppure, l'Italia ha la concreta possibilità di avviare una ripresa “ambientale” dell'economia e dei consumi. Nel corso della...
20 Feb 2015
Greenpeace, Legambiente e WWF tornano sulla vicenda della centrale a carbone di Tirreno Power a Vado Ligure, un impianto fermo da mesi perché posto sotto sequestro dalla magistratura, con accuse gravissime per gli effetti negativi sulla salute e per violazioni accertate all’Autorizzazione Integrata Ambientale che ne regolava la...
10 Feb 2015
  Rinascita e riscatto. È questo quello che chiede la Terra dei Fuochi, l’area a cavallo delle province di Napoli e Caserta simbolo e paradigma dei traffici illeciti di rifiuti e dell’estrema pericolosità dell’ecomafia. Una terra “martoriata” nella sua essenza più profonda ed ignorata per...
30 Gen 2015
  Siamo solo alla fine di gennaio ma la situazione dell’inquinamento atmosferico del 2015 appare già fuori controllo. 32 capoluoghi hanno registrato, dall’inizio dell’anno ad oggi, oltre 10 giorni di superamento della soglia massima giornaliera consentita di PM10 e in 14 si è registrato un superamento un...
21 Gen 2015
  “Il decreto del governo Renzi sull’Ilva non risolve i problemi che denunciamo da anni sulla grave situazione ambientale e sanitaria di Taranto. Si accumulano altri ritardi sulle scadenze previste dall’Autorizzazione integrata ambientale. Non ci sono certezze sulle risorse economiche per realizzare gli interventi di...
16 Dic 2014
“Con l’accoglimento della nostra costituzione di parte civile vediamo riconosciuto il lavoro di tanti anni sulle questioni industriali a Taranto, la coerenza delle nostre posizioni, la rappresentatività di Legambiente nel territorio.” Questa la dichiarazione a caldo di Stefano Ciafani, Francesco Tarantini e Lunetta Franco...
16 Dic 2014
  “La decisione presa oggi dal presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, di cancellare dal suo programma le nuove direttive sulla qualità dell'aria e sull’economia circolare proposte dal precedente esecutivo europeo - dichiara Stefano Ciafani, vicepresidente nazionale di Legambiente - ci lascia alquanto basiti...
15 Dic 2014
  Alla vigilia della riunione in cui la Commissione guidata da Juncker intende cancellare dal suo programma le nuove direttive sulla qualità dell'aria (che dovrebbe fissare limiti più stringenti per emissioni nocive come anidride solforosa, particolato e ossidi d'azoto) e quello sull'economia circolare, che impone...
08 Dic 2014
  Negli ultimi cinque anni vi è stato un rallentamento della crescita delle emissioni globali di CO2 e un loro disaccoppiamento rispetto alla crescita del PIL, dovuto al considerevole sviluppo delle rinnovabili in ben 51 dei paesi presi in considerazione, in molti dei quali si è registrata una crescita percentuale annua in...
25 Nov 2014
 “Il Governo si impegni concretamente affinché si approvi in tempi rapidi il Disegno di legge sui reati ambientali nel codice penale, fermo da marzo nelle Commissioni Ambiente e Giustizia del Senato, ed intervenga per avviare al più presto, con adeguate risorse economiche e strumenti opportuni come l’extra-incentivo...
20 Nov 2014
  Legambiente a Renzi: “Contro il rischio prescrizione per tutti i casi di disastro ambientale, rapida approvazione del Ddl sui reati ambientali nel Codice penale”     “Ha fatto bene il Premier Renzi ad indignarsi per la sentenza Eternit. Per modificare concretamente questa situazione allora, è bene...
19 Nov 2014
  “Rimaniamo sbigottiti e scandalizzati di fronte alla sentenza appena emessa dalla Corte di Cassazione. Di amianto si continua a morire e non va certo in prescrizione il dolore di chi continua a soffrire per la fibra killer. Questa sentenza doveva essere esemplare e di traino per la messa al bando dell’amianto a livello...
19 Nov 2014
Indignazione di Legambiente per la richiesta, avanzata oggi dal procuratore generale di Cassazione, Francesco Mauro Iacoviello, nell'udienza del maxi processo Eternit davanti alla prima sezione penale della Cassazione, di dichiarare prescritto il processo Eternit per disastro ambientale e di annullare la condanna a diciotto anni di carcere per...
19 Nov 2014
In Europa oltre il 90% dei cittadini delle aree metropolitane è esposto a livelli di PM2,5 e Ozono superiori a quelli indicati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità come i massimi ammissibili per la tutela della salute umana. Le situazioni più critiche per le polveri sottili e per l'Ozono si sono registrate nei...
19 Nov 2014
In Europa oltre il 90% dei cittadini delle aree metropolitane è esposto a livelli di PM2,5 e Ozono superiori a quelli indicati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità come i massimi ammissibili per la tutela della salute umana. Le situazioni più critiche per le polveri sottili e per l'Ozono si sono registrate nei...