Pace


La pace è una delle basi costituzionali del nostro Paese. L’articolo 11 della Carta recita infatti: “L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”.

La pace è al centro di importanti accordi internazionali. Uno di questi, approvato in piena guerra fredda il 12 novembre 1984 dall’Assemblea generale delle Nazioni unite, è la Dichiarazione sul diritto dei popoli alla pace. Con essa l’Onu “proclama solennemente che i popoli della Terra hanno un sacro diritto alla pace” e dichiara che “la salvaguardia del diritto dei popoli alla pace e la promozione di questo diritto costituiscono un obbligo fondamentale per ogni Stato”. Per garantire l'esercizio del diritto dei popoli alla pace, “è indispensabile (…) l'abbandono del ricorso alla forza nelle relazioni internazionali e la composizione pacifica delle controversie internazionali”.

Il pacifismo, inteso come movimento diffuso e militante che si riconosce nel rifiuto assoluto dei conflitti armati nella gestione delle controversie nazionali e internazionali, nasce dalla stagione dei movimenti per i diritti civili,  e dall'opposizione alla guerra in Vietnam. Oggi, pur nelle sue numerose e mutevoli sfumature, i pacifisti si contrappongono alla schiera di coloro che non negano il ricorso alla violenza, o che ritengono che, in determinate circostanze  (di violazioni dei diritti umani, ad esempio), esso sia un “male necessario”.

I numeri contro la pace

26 Mag 2017
La lotta al terrorismo è l’unico punto che sembra raccogliere unità d’intenti nell’agenda del G7, mentre il commercio e il clima, in particolare, sono al momento oggetto di divisione. Per Legambiente, il compito prioritario di questo G7 è definire, con parole chiare, una prospettiva nuova sulla gestione...
18 Mag 2017
Il 20 maggio saremo in marcia a Milano accanto ai migranti, INSIEME SENZA MURI, e sfileremo dietro il nostro striscione BENVENUTI CITTADINI D'EUROPA. Proprio perché siamo ambientalisti, proprio perché vogliamo costruire un mondo diverso siamo convinti di quanto sia giusto essere in piazza.   “Affrontare la questione...
10 Mag 2017
Legambiente aderisce alla manifestazione del 20 maggio a Milano Insieme senza muri. “Perché i valori della solidarietà, del rifiuto della guerra, della violenza e dello sfruttamento sono per noi prioritari” dichiara la presidente dell’associazione Rossella Muroni. Le recenti leggi Minniti Orlando sull’...
22 Mar 2017
“Vogliamo dare il nostro contributo associativo affinché il sogno europeo continui ad esistere, contrastando l’idea di austerità e chiusura che l’Europa rischia sempre più di incarnare”. Così Rossella Muroni, presidente di Legambiente, alla vigilia del sessantesimo anniversario della firma dei...
13 Mar 2017
Una coalizione di organizzazioni, associazioni e reti italiane ed europee promuove, dal 23 al 25 marzo,  tre giorni di incontri, dibattiti e forum in occasione del sessantesimo anniversario della firma dei Trattati di Roma. La mobilitazione si concluderà sabato 25 con un corteo che partirà alle 11 da Piazza Vittorio.   Il...
07 Ott 2016
Domenica 9 ottobre sarà la giornata nazionale del #CamminareperlaPace. Legambiente è tra i promotori della Marcia Perugia Assisi e aderisce alla Giornata nazionale del Camminare. In tantissimi si marcerà per la pace e per una diversa politica delle migrazioni, contro il commercio di armi, contro l’insorgere qui da noi...
12 Dic 2015
Clima, Legambiente: “l’accordo di Parigi va in modo irreversibile verso un futuro libero da fossili. Ma gli impegni sono insufficienti a contenere la crescita della temperatura entro 1.5 - 2 C°. Cruciale rivederli entro il 2020”.   “Il testo dell’accordo in votazione in queste ore a Parigi pone le...
04 Ott 2014
  Azioni e politiche comuni per un’economia del Mediterraneo a basse emissioni di carbonio, non solo per combattere in maniera concreta i cambiamenti climatici, ma anche per creare nuove opportunità economiche dal punto di vista dell’occupazione, dell’innovazione e dello sviluppo di tecnologie pulite, la crescita...
03 Ott 2014
Un anno fa 368 migranti morivano nei pressi di Lampedusa nel tentativo di raggiungere le coste dell'isola. Persone in fuga dalla guerra, dalle persecuzioni e dalla fame. Oggi nella “Giornata della memoria e dell’accoglienza” Legambiente ricorda quei morti, molti dei quali ancora senza nome, e lancia un appello all’...
02 Ott 2014
Il Mediterraneo “tutto attaccato” come campo d’azione di un’alleanza ambientalista per una politica comune sul tema dell’adattamento ai cambiamenti climatici e della tutela della biodiversità, dei settori della pesca e dell'agricoltura, nonché sulla tutela del mare dal rischio d'inquinamento...
20 Set 2014
"Basta guerre, mai più vittime! Fermiamo le stragi di civili indifesi a Gaza, in Palestina e Israele, in Ucraina, Siria, Iraq, Libia, Afghanistan, Congo... Per Libertà, Diritti, Dignità, Giustizia, Democrazia". È il messaggio che verrà lanciato domani 21 settembre da Firenze, dove Legambiente sar...
22 Lug 2014
Roma, 22 luglio 2014 - Mantenere alta la soglia di attenzione sui drammi che vivono i popoli a noi vicini e costruire una politica di pace e di soluzioni nonviolente alle guerre. Questi sono gli obiettivi che si prefigge la Rete della Pace, composta da una miriade di associazioni, che questa mattina a Roma ha illustrato il proprio contributo per...
14 Mag 2014
Anche Legambiente sarà in piazza il 17 maggio per difendere i beni comuni e i diritti fondamentali di tutti, perché l’Unione Europea torni a dare speranza ai suoi cittadini. La manifestazione è promossa da molte organizzazioni nazionali tra cui il Forum dei movimenti dell’acqua, Arci, Attac, Fiom, Rete della...
16 Gen 2014
Legambiente non può che guardare con favore alle operazioni di disarmo e di smaltimento delle armi chimiche siriane, operazioni di cui si sta occupando l’Organizzazione per la messa al bando delle armi chimiche (OPCW) congiuntamente con le Nazioni Unite. Come dichiarato dall’ex ministro degli Esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier, è un dovere...
18 Ott 2013
“Crediamo che anche il nostro Governo debba far sentire la propria voce a nome di tutti gli italiani. L’accusa di pirateria che pende sui 28 attivisti di Greenpeace e i due giornalisti, con il rischio di essere condannati fino a 15 anni di prigione per un’azione dimostrativa pacifica a difesa dell’Artico contro la piattaforma della Gazprom, ci...
09 Ott 2013
"E' giusto chiamare in causa l'Europa sul tema dell'apertura di corridoi umanitari, ma il governo non faccia finta di ignorare le proprie responsabilità, e piuttosto che cercare di sviare l'attenzione dell'opinione pubblica dalle proprie inadempienze, spieghi agli italiani e all’Europa dove sono finiti i milioni (circa 240) ricevuti tra fondi per...
03 Ott 2013
Legambiente esprime profondo  cordoglio per l’ennesima tragedia dei numerosi migranti annegati oggi sulle coste dell’isola di Lampedusa e auspica un intervento della comunità europea per fermare, attraverso una gestione etica e condivisa, la strage degli immigrati che fuggono dalla fame o dalla guerra . “Non è possibile rimanere inermi...
05 Set 2013
Legambiente parteciperà alla giornata di riflessione e digiuno di sabato prossimo per la pace in Siria lanciata dal Papa.“Raccogliamo l’invito del Pontefice – dichiarano Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente e Rossella Muroni, direttore generale dell’associazione – a mobilitare le coscienze perché la pace torni ad essere una speranza...
07 Lug 2013
"Siamo davvero felici che il Papa abbia scelto Lampedusa come meta del suo primo viaggio apostolico, il porto d'accoglienza di centinaia di migliaia i migranti negli ultimi anni" dichiara il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza a proposito della visita del Santo Padre domani a Lampedusa."E siamo felici che questa visita avvenga...
24 Feb 2012
“Con i 10 miliardi di euro destinati all’acquisto dei Caccia F35 si potrebbero mettere in sicurezza le oltre 13mila scuole italiane che non rispettano le norme antisismiche e quelle antincendio. Il Governo ci ripensi. I soldi pubblici dovrebbero essere investiti per il rilancio dell’economia, dell’occupazione, della sostenibilità e della sicurezza...