Economia civile


L’economia civile può essere la leva di un cambiamento profondo per uscire dalla crisi creando valore e lavoro; costruendo un nuovo mercato ecologico, giusto e condiviso; rilanciando la partecipazione dei cittadini; promuovendo nuovi percorsi e nuovi spazi di democrazia.

Una nuova economia capace di superare l’odierna organizzazione dei mercati e la dicotomia “profit- non profit”, dunque aperta al ruolo fondamentale della cittadinanza attiva e delle imprese responsabili. L’apporto del sistema imprenditoriale e finanziario è necessario per non rinchiudersi nel recinto del “piccolo è bello”, che non è in grado di modificare la realtà in cui viviamo. Fare impresa e finanza sarà dunque decisivo solo se queste genereranno valore sociale, ambientale ed economico, sia per le aziende che per i territori. L’etica, in questo contesto, è un prerequisito irrinunciabile, anche nel perseguimento del profitto.

A fare la differenza, piuttosto che le diverse modalità organizzative, devono essere l’oggetto dell’impresa e le finalità che si prefigge, mettendo al centro la dignità del lavoro come chiave per migliorare la persona dal punto di vista umano e culturale, crescere professionalmente, sostenersi economicamente. L’esperienza della cooperazione è imprescindibile, va difesa e rilanciata, soprattutto quella sociale. Ed è fondamentale il contributo di un sistema creditizio che sappia sostenere e promuovere, in maniera equa e sostenibile, un nuovo mercato.

Le cooperative di comunità per lo sviluppo locale >>qui

 

14 Mar 2017
Un ulteriore passo verso un’ambiziosa riforma della politica europea dei rifiuti. Il voto di oggi a larga maggioranza del Parlamento Europeo apre la strada verso una politica europea finalmente in grado di trasformare l’emergenza rifiuti in una grande opportunità economica ed occupazionale.   Il rapporto adottato –...
22 Nov 2016
La rivoluzione copernicana dell’economia civile prende sempre più avvio e trova il suo centro nevralgico in Campi Bisenzio, a pochi chilometri da Firenze. Il comune toscano, oltre ad aver ospitato e promosso il Festival dell’Economia Civile (insieme a Legambiente, Scuola di Economia Civile e Anci Toscana con il patrocinio della...
18 Nov 2016
    Il Festival dell'Economia Civile entra nel vivo: dopo quella inaugurale di ieri, oggi ha preso il via a Campi Bisenzio (Fi) la seconda giornata incentrata su rigenerazione urbana, nuovo lavoro giovanile, ruolo attivo degli enti pubblici. Sono questi gli altri tre "cantieri" raccontati e promossi dal Festival...
18 Nov 2016
    C’è un’Italia che va oltre la crisi e riparte dall’economia civile. Una nuovo tipo di economia partecipativa, solidale ed ecologica, che piace e convince, al centro del primo Festival dell'Economia civile inaugurato oggi a Campi Bisenzio, a pochi chilometri da Firenze. La cittadina toscana, fino a...