Sicilia, “Rifiuti Zero. Impianti Mille”

2°EcoForum Regionale sui Rifiuti e l’Economia Circolare: Legambiente premia le pratiche virtuose. 

 Numeri importanti al secondo EcoForum sui Rifiuti e l’Economia Circolare, “Rifiuti zero. Impianti Mille”, che si è svolto ieri, 29 marzo 2019, allo Spazio Mediterraneo di Legambiente Sicilia, ai Cantieri culturali alla Zisa, nell’ambito della campagna SiciliaMunnizzaFree.

Cinque le sessioni in cui si è articolato e sviluppato l’EcoForum. dalla gestione industriale per il ciclo virtuoso dei rifiuti in Sicilia ai distretti dell’Economia Circolare. Dal Piano rifiuti e governance  alla campagna Plastic Free. E per finire, la tavola rotonda conclusiva. Tante le testimonianze di aziende, associazioni e operatori del settore che hanno raccontato le loro storie ed il loro modo di gestire i rifiuti, ma anche le difficoltà incontrate dalla troppa burocrazia che impedisce il nascere di nuova imprenditorialità green. Testimonianze che sono state ascoltate dal presidente della Regione, Nello Musumeci e dagli assessori regionali al Territorio, Toto Cordaro, e all’Energia e Servizi di Pubblica utilità, Alberto Pierobon.

In Sicilia, seppur lentamente, aumenta, soprattutto nei piccoli centri, la percentuale di raccolta differenziata, ma Legambiente, nel corso dei lavori, ha ribadito che per non penalizzare gli sforzi fatti, è necessario di chiudere, anche nell’isola, il ciclo dei rifiuti, con la realizzazione di impianti, soprattutto di digestione anaerobica per l’umido.

Legambiente Sicilia, come di consueto, ha anche voluto premiare, con una pergamena simbolica, “Pioniere Plastic Free”, le tante buone pratiche che vengono messe in campo per la riduzione della plastica, come i Sindaci siciliani che hanno emanato l’ordinanza Plastic Free. La prima scuola, a Favara, che ha bandito totalmente la plastica, così come un B&B a Catania. E ancora, l’Università di Catania che ha attivato punti di erogazione dell’acqua ed ha distribuito borracce in alluminio per incoraggiare la messa al bando di bicchieri di plastica. La lunga giornata dell’Ecoforum si conclusa con Filippo Solibello, conduttore di Caterpillar, inventore di M’illumino di meno, e autore del libro “Spam.Stop plastica a mare”.

Tutti i premiati:

BUONE PRATICHE

Comune di Torrenova; Comune di Capaci; Bioinagro; Associazione Alab; Il Mercatino Srl, Calcestruzzi Ericina Libera; Orange Fiber; Associazione  Azzizzart; Associazione Siciliana Servizi; Associazione I Nuovi Mille

PIONIERI PLASTIC FREE

I.C.  Bersagliere Urso Mendola – Favara (Ag); I.C. G. Saladino Cep –Palermo; Universita’ Di Catania; Bar Verso – Catania; B&B Bellini –Catania; Bottega Dei Sapori Diversi –Trecastagni (Ct); Ostello Degli Elefanti  -Catania; i Comuni  di Lampedusa, Pantelleria, Favignana, Troina, Noto, Avola, Pachino, Augusta, Santa Flavia, Capo D’orlando, Capaci, Porto Palo Di Capo Passero, Collesano, Regalbuto, Acireale, Alcamo, Pietraperzia, San Vito Lo Capo, Ustica, Taormina, Realmonte, Palermo, Palazzolo Acreide, Malfa e Licata.

L’ufficio stampa: Teresa Campagna 338 2116468

LE BUONE PRATICHE PREMIATE:

COMUNE DI TORRENOVA
All’Amministrazione Comunale di Torrenova per avere introdotto la tariffazione puntuale del servizio di raccolta dei rifiuti, grazie alla quale è riuscita a ridurre drasticamente la quota indifferenziata, con notevoli benefici per l’ambiente e per i cittadini. La scelta dell’Amministrazione, accompagnata da serrati controlli per prevenire e sanzionare gli abusi, permette una considerevole riduzione delle bollette e costituisce un esempio da replicare per gli altri comuni dell’ARO dimostrando che è possibile cambiare un sistema dominato dagli interessi privati.

COMUNE DI CAPACI. Il comune di Capaci di concerto con CIRCUITO IES ed in convenzione con MEDITERRANEA DEMOLIZIONI, società concessionaria di Eco-POINT per la raccolta di plastica, cartone, alluminio, ha pensato di abbinare i vantaggi della moneta IES alla promozione e sensibilizzazione della raccolta differenziata di materiali attraverso un sistema premiante gestito, sviluppato e promosso da CIRCUITO IES, denominato ECO-IES+, diamo valore al tuo riciclo. Si tratta di un BORSELLINO ELETTRONICO in formato card o app sul cellulare che permette di MONETIZZARE la plastica, cartone ecc.. con una vera e propria “moneta locale”.

ORANGE FIBER. E’ un’azienda che ha saputo coniugare creatività ed etica, producendo dei tessuti di alta qualità ottenuti dai sottoprodotti agrumicoli.

BIOINAGRO è la testimonianza che si può raggiungere l’eccellenza attraverso la valorizzazione degli immensi giacimenti di biodiversità vegetale presente in Sicilia, nel rispetto della natura, utilizzando tecnologie interamente green, senza impiego di chimica di sintesi, impiegando materie prime vegetali provenienti da coltivazioni organiche e biologiche, impiegando metodiche estrattive altamente selettive.

CALCESTRUZZI ERICINA LIBERA è l’esempio concreto che il cambiamento è possibile e che la legalità premia sia sul piano economico che sociale. L’azienda è un’attività confiscata alla mafia, “auto-gestita” da parte della cooperativa composta dagli stessi operai, si distingue anche per il nuovo corso produttivo volto alla salvaguardia dell’ambiente finalizzato al recupero e riciclo dei rifiuti inerti non pericolosi.

IL MERCATINO SRL. L’attività di Mercatino S.r.l. consiste nel recupero di oggetti usati (abbigliamento, arredo, oggetti per la casa e la persona, libri, Cd e DVD, Giochi, AEE- Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) Il suo impegno nella sostenibilità ambientale ha fatto di Mercatino un leader Europeo per diffusione e volumi nel settore del riuso.

ASSOCIAZIONE ALAB. L’Associazione ALAB opera a Palermo dal 2009. Conta più di 400 iscritti e ad essa sono affiliati 40 Laboratori artigiani e artistici tra Palermo, Messina e Trapani. Ha trasformato il volto del centro storico della Città con la creatività, spaziando dai lavori in carta, pelle e cuoio al legno, i tessuti, la ceramica, molto spesso come attività di riuso e recupero. Non mancano tutte le attività di produzione di arte visiva, dalla pittura alla fotografia. L’artigianato artistico rappresenta una risorsa economica e produttiva fondamentale per la nostra città.

ASSOCIAZIONE AZZIZART. Per l’attività di volontariato ambientale e cura del territorio, nello specifico della spiaggia del romagnolo, lasciata per anni all’incuria e al degrado. Armandosi di guanti e sacchi insieme al coinvolgimento di cittadini ed e associazioni hanno iniziato a ripulire la spiaggia e a progettare uno spazio verde del tutto assente in quell’area

I NUOVI MILLE.  Una prima e concreta applicazione dell’economia circolare nella nostra regione nel settore dei rifiuti è stata sviluppata dalla startup marsalese i NUOVI MILLE che ha condotto studi sulla possibilità di riutilizzare tutti gli scarti domestici ( solo frazione organica ) per ottenere materia prima seconda, fertilizzanti ad alto valore aggiunto ed energia, Biogas con cui cucinare i cibi e produrre energia elettrica da utilizzarsi per illuminare spazi pubblici .  In particolare il passaggio più importante ed innovativo, che si lega all’economia circolare, è la possibilità di produrre metano sintetico “metano Verde” convertendo ed utilizzando l’anidride carbonica dei processi di biodigestione ( tecnologia Power to Gas ) .  Il metano verde verrebbe ad essere utilizzato anche dagli stessi automezzi che raccolgono i rifiuti Urbani sostituendo in toto i combustibili di origine fossile.
Tutto ciò trasformerebbe il problema rifiuti in Sicilia in opportunità

ASSOCAZIONE ITALIANA SERVIZI. Quartiere che più di ogni altro è stato spesso devastato dall’incuria di chi abbandona per strada ogni tipo di rifiuti: lo Zen. In via Luigi Einaudi apre infatti Ecopoint Crisà, il primo step di un percorso ambientalista firmato Blucash. Si tratta di un progetto ambizioso per agevolare in modo concreto chi rispetta l’ambiente e differenzia i rifiuti. Plastica, alluminio ed oli esausti potranno essere conferiti presso l’ecopoint in cambio di piccole somme che possono diventare grandi risparmi. motto dell’Ecopoint è “Riciclo e Guadagno”.

Informazioni sulla campagna SICILIA MUNNIZZA FREE

 

 

 

 

 

 

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter di Legambiente? Basta inserire i tuoi dati cliccando sul seguente pulsante