Report Foreste

Boschi ed ecosistemi forestali a rischio nonostante il loro ruolo fondamentale nel contrastare la crisi climatica. 10 proposte per conservare ricostruire e rigenerare le foreste d’Italia nel nuovo report di Legambiente.

Con i loro quasi 11 milioni di ettari, pari a un terzo dell’intero territorio nazionale, rappresentano l’infrastruttura verde più importante d’Italia, una straordinaria ricchezza ambientale e naturalistica che cresce in termini di superficie occupata e valore ecologico: eppure, scarsa consapevolezza sociale, inadeguato utilizzo delle risorse e abbandono colturale mettono costantemente a rischio i nostri boschi ed ecosistemi forestali. Lo dimostrano gli incendi che nella sola estate 2021 (dati parziali e non ancora ufficiali) hanno mandato in fumo oltre 158 mila ettari di territorio boscato in una delle peggiori stagioni degli ultimi decenni, con ben l’87% dei roghi concentrato in tre regioni, Sicilia, Sardegna e Calabria: soltanto uno dei fenomeni più evidenti che compromettono le funzionalità strategiche del patrimonio forestale italiano nel tutelare la salute umana e salvaguardare territori sempre più colpiti dagli effetti del cambiamento climatico.

Della necessità di una strategia efficace per proteggere e valorizzare gli ecosistemi forestali si è discusso nel corso del IV Forum nazionale “La bioeconomia delle foreste: conservare, ricostruire, rigenerare”, organizzato da Legambiente e trasmesso in diretta streaming sui canali YouTube dell’associazione e del suo mensile, La Nuova Ecologia. Due, in particolare, i temi al centro del tavolo: il ruolo strategico che nuove foreste (urbane e non) possono ricoprire nel contrasto alla crisi climatica, anche alla luce degli impegni declamati alla Cop26 di Glasgow su nuove piantumazioni e inversione della deforestazione globale entro il 2030, e una gestione forestale sostenibile che tenga conto della multifunzionalità del nostro patrimonio naturale. Nel corso del Forum è stato presentato il nuovo Report Foreste 2021 elaborato da Legambiente che lancia una serie di proposte.

La bioeconomia delle foreste: conservare, ricostruire, rigenerare.  

Per conservare, ricostruire e rigenerare le foreste d’Italia, Legambiente ha elaborato dieci proposte che individuano altrettante priorità: mantenere gli ecosistemi sani e le foreste resilienti per frenare gli effetti del climate change; incrementare il territorio protetto e creare la rete nazionale delle foreste primarie e vetuste; realizzare un sistema di monitoraggio, ricerca e conoscenza degli ecosistemi forestaliprevenire i rischi naturali e ridurre le minacce per le forestecreare foreste urbane per rigenerare le città e combattere la crisi climatica; garantire la diffusione della pianificazione e della certificazione forestalerealizzare il Cluster del Legno nazionale per sostenere il Made in Italy e supportare le filiere forestali locali sostenibili; aumentare l’uso del legno nei processi produttivi e l’uso a cascata ai fini energeticisostenere la bioeconomia circolare e finanziare la biodiversità e le infrastrutture verdi; contrastare il commercio illegale del legno e dei prodotti di origine forestale.

>> Report Foreste 2021