Ecosistema Urbano

Le performance ambientali dei capoluoghi italiani non decollano.  L’immobilismo delle città italiane nel report di Legambiente Ecosistema Urbano 2021.

Più auto in circolazione e un crollo quasi uniforme nell’utilizzo del trasporto pubblico. Livelli di smog e di perdite lungo la rete idrica che rimangono preoccupanti. Poche note positive che poco incidono sul trend complessivo: tra tutte, l’aumento della raccolta differenziata e dei chilometri di piste e infrastrutturazioni ciclabili.

Nel 2020 segnato dall’emergenza pandemica, i capoluoghi italiani non migliorano le loro performance ambientali: se è vero, infatti, che il Covid-19 colpisce anzitutto le città, modificandone contorni, regole e indirizzi, le emergenze urbane evidenziate negli anni precedenti rimangono le medesime e riflettono un sostanziale immobilismo nelle politiche improntate alla sostenibilità, seppur con qualche importante eccezione e best practice cui guardare per tracciare la rotta del cambiamento su scala nazionale.

È il quadro che emerge dal rapporto Ecosistema Urbano 2021, realizzato da Legambiente in collaborazione con Ambiente Italia e Il Sole 24 ORE.  

>> Ecosistema Urbano 2021 (versione integrale del rapporto)

>> Risultati (contenuto interattivo)

>> Best Practice 2021

Il rapporto Ecosistema Urbano 2021 è consultabile anche su >> la piattaforma interattiva del Sole 24 Ore dove è possibile navigare tutte le 18 classifiche, città per città, che contribuiscono a generare la graduatoria finale, raggruppate in 6 macroaree (aria, acque, rifiuti, mobilità, ambiente urbano ed energia).

Segui il webinar di presentazione del rapporto:

 

Approfondimenti
Ecosistema Urbano – Ecosistema Scuola 

Ecosistema Mobilità Bari
Ecosistema Mobilità Torino
Mobilità urbana su due ruote, Report Focus2R

Edizione precedente
Rapporto Ecosistema Urbano 2020 (pdf)
Best Pactices 2020 (pdf)