#UnPannelloInPiù, tappa a Torino

Oggi sono stati donati i primi pannelli solari da appartamento alle famiglie torinesi in difficoltà per ridurre la spesa dei consumi in bolletta e aiutare l’ambiente.

 Settima tappa per un #UnPannelloInPiù, la campagna di Legambiente ed Enel X dedicata alla lotta contro la povertà energetica, che oggi arriva a Torino.  Qui sono stati donati i primi pannelli fotovoltaici da appartamento a due famiglie in povertà sociale ed energetica, grazie alla stretta collaborazione con l’Ufficio servizi sociali del Comune di Torino e con l’Associazione Articolo 47. I nuclei familiari si trovano in due quartieri, Campidoglio e Borgo Filadelfia, rispettivamente nella periferia ovest e sud di Torino. Due aree con forti fragilità sociali ed economiche, a carattere prettamente residenziale.

La tappa torinese è stata anche l’occasione per informare i cittadini su tutti gli strumenti per ridurre la bolletta energetica, tra cui il solare fotovoltaico, ma anche risparmio ed efficienza, comunità energetiche e bonus sociali. Duplice obiettivo della campagna è, infatti, quello di aiutare le famiglie in difficoltà e di informarle. Per questo Legambiente, con il sostegno di Enel X, ha lanciato da un lato l’iniziativa di raccolta fondi #UnPannelloInPiù con l’obiettivo di acquistare pannelli fotovoltaici da appartamento da donare alle famiglie in povertà energetica. Dall’altro lato un roadshow di nove tappe lungo la Penisola, per informare i cittadini sul tema e su tutti gli strumenti per fronteggiare il caro bollette.

Secondo le stime dell’Istat contenute nel rapporto Oipe 2021 (Osservatorio italiano sulla povertà) e rielaborati dall’ufficio studi della Cgia (Associazione artigiani e piccole imprese) di Mestre, in Italia circa 4 milioni delle famiglie vivono nell’impossibilità di procurarsi un paniere minimo di beni e servizi energetici. Tra le 101.730 e 174.394 solo in Piemonte. Nel contesto in cui viviamo, di emergenza sociale e climatica, il fotovoltaico da appartamento rappresenta una soluzione – concreta, economica e di facile utilizzo – per ridurre la povertà energetica e produrre energia sostenibile. Nello specifico, ogni pannello fotovoltaico “da balcone” consentirebbe un risparmio in bolletta fino al 25% l’anno per i prossimi 20 anni e eviterebbe l’immissione in atmosfera di 145Kg di CO2 all’anno, equivalenti alla quantità di CO2 assorbita da circa 10 alberi.

“La decarbonizzazione e l’emancipazione dalle fonti fossili è, oggi più che mai, la priorità numero uno, sia per ragioni ambientali globali, plasticamente rappresentate dalla gravissima siccità che sta colpendo il nord Italia e che ha portato 170 Comuni Piemontesi a promulgare ordinanze per confinare l’utilizzo della risorsa idrica ad utilizzi alimentari e igienico-sanitari, che per le contingenze geo-politiche attuali. Il tema della giustizia climatica non può non essere al centro delle attività politiche ed economiche dei prossimi anni. Affiancare a esso il tema della giustizia sociale è imprescindibile se vogliamo evitare di essere travolti da un’onda che, inevitabilmente, arriverà”, dichiara Sergio Capelli, Amministratore Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta. “#UnPannelloInPiù fa proprio questo portando avanti di pari passo la giustizia climatica e quella sociale. Due famiglie sono una goccia in un mare, ma è l’inizio di un percorso che, con il supporto degli enti locali competenti, potrà continuare e crescere nel prossimo futuro”.

Il pannello fotovoltaico da appartamento rappresenta, infatti, uno strumento concreto dal grande potenziale in termini sia economici che ambientali. Considerando solo le abitazioni classificate come civile (A/2) ed economiche (A/3), parliamo di circa 23 milioni di potenziali balconi o superfici verticali che possono ospitare impianti di questo tipo.  Se solo il 20% di questi appartamenti si dotasse di un pannello fotovoltaico sul proprio balcone o finestra, si eviterebbe l’immissione in atmosfera di oltre 600mila tonnellate di CO2 all’anno, pari a quella assorbita da una foresta di circa 35 milioni di alberi.

“Siamo felici di poter supportare Legambiente in questa iniziativa solidale ed energetica che rende la sostenibilità davvero accessibile a tutti”, dichiara Marcello Donato, Head of Global Sales e-Home di Enel X. “Il pannello fotovoltaico da appartamento, Plug&Play, permette a chiunque di vivere la transizione energetica da protagonista, e iniziative come #UnPannelloInPiù sono fondamentali per sensibilizzare la comunità su un concetto importante: anche un solo pannello in più può fare la differenza e ognuno di noi può dare il proprio contributo per aiutare le famiglie in povertà energetica, facendo risparmiare loro il 25% l’anno in bolletta per i prossimi 20 anni”.

Grazie alla raccolta fondi #UnPannelloInPiù, attiva fino all’autunno, chiunque potrà dare un contributo per aiutare le famiglie più difficoltà socioeconomica. Un po’ come il caffè sospeso, ma con un impatto molto più significativo in termini di risparmio e qualità di vita.

>> DONA ORA

Un contributo iniziale di 50 pannelli fotovoltaici da balcone è stato già effettuato da Enel X, come donazione di partenza per la raccolta fondi. Le famiglie beneficiarie sono individuate in collaborazione con le associazioni locali.

Dopo le prime sette tappe (Napoli, Brindisi, Palermo, Roma, Cagliari, Firenze, Torino), la campagna itinerante proseguirà il suo viaggio alla volta di Milano (25 giugno) e a Bologna (27 giugno).

Segui il roadshow anche sui canali social di Legambiente e di Enel X con l’hashtag #UnPannelloInPiù.

Hanno già dato il loro sostegno alla campagna: Selvaggia Lucarelli, Carolina Crescentini, Donatella Finocchiaro, Federico Quaranta, Simone Rugiati, Massimiliano Ossini, Lorenzo Baglioni, Vittoria Schisano, Marco Martinelli, Luca Guidara, La Scienza Coatta, Letizia Palmisano, Zeudi Di Palma – Miss Italia 2021, Massimiliano Medda.