L’accoglienza che fa bene all’Italia

Storie di integrazione, coesione sociale e sviluppo del territorio.

Alla vigilia del passaggio in aula alla Camera dei deputati del decreto Sicurezza,Legambiente ha raccolto  nel dossier L’accoglienza che fa bene all’Italia, le storie di un’accoglienza diffusa, fiore all’occhiello del nostro paese, che ha nel sistema Sprar il modello di riferimento.

Un’accoglienza che favorisce lo sviluppo, attraverso concreti percorsi di integrazione, ma che il DL113 mette fortemente in crisi. Perché fa saltare tutti i tentativi di trovare i percorsi migliori per intrecciare accoglienza con integrazione e sviluppo locale. Inoltre impedisce ogni tentativo di avere nei migranti un alleato in più per affrontare alcune delle principali emergenze nazionali: la crisi demografica, il bilancio dei conti dell’Inps, la crisi delle aree interne, la messa in sicurezza del territorio, il recupero di superfici agricole abbandonate, il decoro urbano. Cancella dall’orizzonte del paese la possibilità di arricchire le comunità locali di nuove culture, di renderle più resilienti. Comunicato stampa

L’accoglienza che fa bene all’Italia scarica il dossier

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter di Legambiente? Basta inserire i tuoi dati cliccando sul seguente pulsante