Isola d’Elba, rispunta dopo 100 anni una farfalla considerata estinta

Ritrovata dai ricercatori dell’università di Firenze nel Santuario delle Farfalle dell’Elba la Vanessa multicolore (Nymphalis polychloros).

Nel Santuario delle Farfalle “Ornella Casnati” dell’Isola d’Elba,  un team di biologi dell’università di Firenze in collaborazione con Legambiente hanno da poco realizzato un percorso per il monitoraggio della farfalla di San Piero (Zerynthia cassandra) e  per osservare le conseguenze dei cambiamenti climatici sulle popolazioni di farfalle dell’area.
Un lavoro che ha dato subito risultati eccezionali: è stata infatti inaspettatamente osservata la Vanessa multicolore (Nymphalis polychloros) che non si vedeva più sull’isola dal 1916, tanto da essere considerata estinta. Una bella notizia che rende ancora più straordinaria la fauna di farfalle dell’Isola d’Elba.

E’ la conferma scientifica dell’avvistamento fatto il 5 giugno 2018 a Monte Perone dal fotografo naturalista elbano Antonello Marchese, che racconta: «Era il 1916, Albert Einstein aveva da poco pubblicato la Teoria della Relatività e il Barone Rosso volava sui campi, purtroppo, di battaglia, quando l’appassionato ricercatore Orazio Querci, collaborando con l’entomologo Roger Verity documentava per la seconda volta la presenza della Vanessa multicolore all’Isola d’Elba. Verity, medico fiorentino figlio di un nobile inglese e grandissimo ricercatore nel campo dei lepidotteri, era già in possesso di un esemplare della colorata Vanessa. Il campione era stato raccolto precedentemente e consegnato dal noto naturalista elbano Giacomo Damiani, uno dei più importanti studiosi della natura all’Isola d’Elba. Quando Verity giunse all’Elba nel Luglio del 1908 fu quindi il Damiani, insieme al nipote, a fargli da guida nell’esplorazione dell’isola. Damiani aveva poi continuato a raccogliere in tutte le stagioni campioni di lepidotteri fornendo preziosi dati ed esemplari per la collezione del ricercatore fiorentino».

Ora la presenza all’Elba della Nymphalis polychloros è stata di nuovo accertata dai biologi dell’Università di Firenze.

 Il 22 aprile, a Pasquetta il nuovo percorso “Oasi della farfalla di San Piero” sarà presentato al pubblico con una passeggiata e una festa di inaugurazione . Un’occasione imperdibile per gli appassionati di farfalle che potranno osservarle e ammirarle immersi nella splendida natura elbana.

Informazioni e approfondimenti:  www.santuariodellefarfalle.it

Immagine di copertina di Antonello Marchese

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter di Legambiente? Basta inserire i tuoi dati cliccando sul seguente pulsante