Il diritto a un futuro sostenibile visto dai bambini

“Diritti al Futuro”, i bambini delle scuole di Corticella hanno consegnato alla Garante regionale dell’infanzia le loro proposte.

Mercoledì 20 novembre sono stati presentati i risultati del percorso “Diritti al futuro”, l’iniziativa di Legambiente Emilia-Romagna e Biblioteca Corticella-Luigi Fabbri – sostenuta da Coop Alleanza 3.0 – che ha coinvolto le classi IV delle scuole primarie di Corticella per ragionare insieme sul diritto a un futuro sostenibile.

Nelle settimane precedenti  i bambini hanno seguito un percorso laboratoriale che si è chiuso con la stesura, e la successiva votazione pubblica, di vere e proprie proposte di articoli da integrare all’interno della “Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”, per proteggere il loro futuro e l’ambiente.

Sono stati 447 i votanti che hanno espresso la loro preferenza in una delle cinque urne dislocate nel quartiere di Corticella. Le proposte sono state presentate stamattina in Regione da una delegazione di bambini delle due
scuole coinvolte (Scuole Villa Torchi e Scuole Marsili).

Di seguito i testi dei due articoli vincitori:

GRUPPO 6 – AMBIENTALISTI
“Ogni bambino e bambina di tutto il mondo ha diritto ad avere una casa stabile e pulita perché ha diritto a una protezione a ha diritto di vivere in un ambiente dall’atmosfera serena. Ogni casa ha bisogno di un giardino senza immondizia per stare bene.Gli Stati si impegnano a assicurare una casa stabile a tutte le famiglie, anche quelle povere, dando loro lavoro per evitare che si trasferiscono a vivere per le strade; a dare i bidoni dell’indifferenziata per fare la raccolta”.
GRUPPO 12 – I CAVALIERI DELLA LIBERTÀ BAMBINA
“Ogni bambino e bambina di tutto il mondo ha diritto ad avere spazi, giardini, parchi, strade e cortili sicuri dove poter stare liberi, senza auto; ad andare a scuola a piedi con gli amici senza genitori;che quando si entra e si esce da scuola le macchine non possono passare vicino a scuola.Gli Stati si impegnano a costruire spazi belli con alberi da frutta per raccogliere gratis la frutta di stagione, con fontane di acqua fresca per riempire le borracce (tutti i bambini dovrebbero averne una gratis), piste ciclabili: sicure, colorate, comode, larghe, circondate da piante aromatiche profumate e divise dai marciapiedi”.

La proclamazione ufficiale avverrà giovedì 21 novembre in occasione dei festeggiamenti per la Festa dell’Albero 2019.

Nelle due scuole coinvolte verranno, inoltre, piantati due alberi donati da Legambiente, proprio per inaugurare una serie di azioni che ci accompagneranno per i prossimi mesi e anni in difesa del clima, per la salvaguardia del Pianeta e di chi ci vive.

Info: ufficiostampa@legambiente.emiliaromagna

 

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter di Legambiente? Basta inserire i tuoi dati cliccando sul seguente pulsante