Rinviata “Fa’ la cosa giusta! 2020”

In ottemperanza alle disposizioni nazionali e regionali a tutela della salute pubblica, la manifestazione che avrebbe dovuto avere luogo in Fieramilanocity dal 6 all’8 marzo, è rinviata a data da destinarsi.

Fa’ la costa giusta! La fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, è una realtà ormai consolidata che ogni anno offre ai suoi visitatori spunti e stimoli sempre nuovi verso stili di vita consapevoli, sostenibili, giusti. A fieramilanocity dal 6 all’8 marzo: 10 Sezioni Tematiche, tre giorni di incontri, laboratori e workshop, SFIDE – il Salone dedicato alla scuola, ospiti speciali e un programma di attività dedicate ai bambini.

falacosagiusta.org
ingresso gratuito
vi aspettiamo!

La Fiera nazionale del consumo critico e stili di vita sostenibili, Fa’ la cosa giusta!, giunta alla sua diciassettesima edizione, è organizzata da Terre di mezzo Editore con cui Legambiente condivide i valori di sostenibilità, responsabilità sociale e ambientale.

Ecco il programma degli eventi organizzati da Legambiente  

Venerdì 6 marzo 

Stand Legambiente ore 11-13
Oscar Ecoturismo
Premiazione delle migliori partiche di turismo sostenibile nelle aree protette e nelle attività turistico ricettive. Relatori: Sebastiano Venneri – responsabile turismo Legambiente; Antonio Nicoletti  – responsabile aree protette Legambiente;  Alessandra Bonfanti – responsabile piccoli comuni e mobilità dolce Legambiente; Barbara Meggetto – presidente Legambiente Lombardia. 

Stand Legambiente ore 15-16
Campi e Vacanze Natura. E…state con Legambiente!
Un’esperienza nuova e originale, nuove amicizie, immersione nella natura, servizio alla comunità, responsabilizzazione personale, relax, scambio culturale e valoriale, gioco libero, esercizi di sostenibilità, tanto divertimento… sono solo alcune delle esperienze che un’estate con Legambiente può offrire ai ragazzi di ogni età.  L’offerta è ampia: campi di volontariato, vacanze stanziali e vacanze itineranti, tutte proposte costruite secondo i principi cardine della sostenibilità e del benefico contatto con la natura. Presenteremo le diverse esperienze con Legambiente programmate per l’estate 2020. Relatori: Arianna Bazzocchi – Responsabile scuola e formazione Legambiente Lombardia Valentina Minazzi – Responsabile campi di volontariato Legambiente Lombardia.

Stand Legambiente ore 16-17
ECCO – Economie circolari di comunità. FOCUS: ECO-MANAGER DELLE STRUTTURE EXTRALBERGHIERE  -Un greenjob per lo sviluppo turistico sostenibile
Ripartire dall’economia circolare per ridurre la produzione di rifiuti, incentivare il riuso dei materiali, conoscere le opportunità di occupazione del settore green e favorire l’innovazione. Il progetto promuove e sviluppa un incontro fra economia circolare, economia civile e inclusione sociale. Tra le figure individuate dal progetto, l’Eco-Manager delle strutture extralberghiere rappresenta sicuramente il greenjob che meglio può cogliere le opportunità del territorio e favorire lo sviluppo di strutture.  Il progetto ECCO, coordinato da Legambiente, è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Avviso 1/2018).
Relatori: Lorenzo Barucca – Coordinatore Nazionale Ufficio Economia Civile;  Sebastiano Venneri – Presidente VIVILITALIA;  Fabrizio Bo – Presidente COOPERATIVA ALTROCHE – Cascina Govean; Giulia Apolloni – Direttrice Ostello Monte Barro; Marzio Marzorati – Responsabile Cea Primalpe – Corni di Canzo; Vincenzo di Cugno – IISS A.Moro Trani.

Stand di Legambiente ore 17-18
Autodifesa Ambientale del Cittadino
Il “Manuale di Autodifesa ambientale del Cittadino” di Luca Ramacci (Magistrato di Cassazione) non è un libro che parla di diritto, ma semplicemente un piccolo ausilio per il semplice cittadino che intende difendere il proprio diritto a vivere un ambiente salubre. Cerca di spiegare con termini semplici e in modo operativo, come agire di fronte a determinate situazioni, come essere utili a chi deve effettuare i controlli e come sollecitarne l’intervento attraverso esposti, denunce, semplici segnalazioni, azioni in sede giudiziaria. La presentazione di questo libro, i cui proventi della vendita sono interamente devoluti a Legambiente, è anche l’occasione per parlare dello stato del nostro ambiente e di cosa fare per tutelarlo. Relatore: Sergio Cannavò – Centro di Azione Giuridica di Legambiente Lombardia

Sabato 7  Marzo

Stand Legambiente ore 11-12
Nevediversa
Per il terzo anno consecutivo, con il dossier Nevediversa, Legambiente propone una fotografia di quel che si sta muovendo nel mondo del turismo invernale nelle Alpi e sugli Appennini. In conseguenza dei cambiamenti climatici il panorama impiantistico delle montagne sta cambiando e ancora più repentinamente cambierà il proprio aspetto nei prossimi anni. Se da un  lato si osserva un aumento delle buone pratiche che valorizzano il turismo a basso impatto ambientale, dall’altro rileviamo un sempre maggior accanimento nel mantenere strutture o comprensori  sciistici che non trovano nessuna giustificazione dal punto di vista economico e men che meno da quello ambientale. Un panorama, quello del turismo invernale in montagna, fatto di luci ed ombre alle quali si sommano i fantasmi dei resti abbandonati di vecchi impianti sciistici, non in funzione da anni. L’impatto ambientale di questi scheletri è notevole. Tuttora sono piuttosto rari i casi di recupero e riuso in forme sostenibili di quanto costruito negli anni del boom economico e delle grandi nevicate. Relatori: Vanda Bonardo – responsabile Alpi Legambiente; Paola Fagioli – ufficio turismo Legambiente; Claudia Apostolo – giornalista RAI.

Stand Legambiente ore 12-13
Myanmar: proposte di turismo responsabile e comunitario nell’area di Samkar a sud del Lago Inle
Il progetto di cooperazione internazionale EPIC –Economic Promotion of Inle Communities – avviato da ICEI nel 2017 e finanziato dall’AICS – è nato con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo economico locale delle comunità abitanti nell’area di Samkar, a sud del lago Inle, in un’ottica di sostenibilità ambientale e turismo responsabile.
Per valorizzare le potenzialità turistiche dell’area, sono stati individuati gli attrattori turistici con cui lavorare, tra i molti presenti in zona. Sono stati creati dei cluster di turismo sostenibile di comunità in alcuni villaggi, formando in particolare giovani e donne, per consentire una diversificazione nella fonte di reddito, principalmente agricolo, delle famiglie. Grazie al progetto, sono stati realizzati tanti prodotti turistici, alcuni dei quali verranno presentati per la prima volta durante questo incontro, insieme al lancio di una App “Explore Samkar – Inle” che offre la possibilità di conoscere le offerte di turismo sostenibile. Relatori: Alfredo Luis Somoza – Presidente ICEI; Simone Pettoruso – Responsabile progetto EPIC – ICEI;  Maurizio Davolio – Presidente AITR; Paola Fagioli – settore turismo Legambiente

Stand Legambiente ore 15-17
Economia circolare e inclusione sociale: le pratiche per i cambiamenti dei territori. Il progetto ECCO e l’esempio di Cascina Nascosta a Milano
Ambiente, lavoro e inclusione sociale sono tra le grandi questioni del nostro tempo. Oggi è possibile affrontare questi temi attraverso un nuovo e fondamentale concetto: l’economia civile e circolare! È questo lo scopo di “ECCO: economie circolari di comunità”, un progetto di Legambiente in collaborazione con il Ministero del Lavoro per creare “distretti di economia civile e circolare” in numerose regioni d’Italia.A Milano il progetto prenderà vita a Cascina Nascosta, una “cascina delle sostenibilità” in parco Sempione recuperata da Legambiente e destinata a diventare un laboratorio urbano dedicato all’ambiente, alla natura e al benessere sociale. Nel corso dell’incontro verranno presentate le buone pratiche attivate in tutta Italia attraverso il progetto ECCO e le “filiere verdi” che stanno nascendo attorno a Cascina Nascosta, tra sana alimentazione e mobilità sostenibile, rigenerazione urbana e proposta culturale, inclusione sociale ed educazione ambientale. Relatori: Alessio Di Addezio – Coordinatore nazionale progetto Ecco; Angelo Buonomo – Legambiente Ufficio Economia Civile;Andrea Causo – Responsabile Cascina Nascosta; Niccolò Cerulli – Amministratore green; Federico Del Prete – Presidente circolo Legambici; Giampaolo Artoni – Responsabile Stecca 2.0

Piazza Porto di Fa’ la cosa giusta – ore 17-18
Requiem per un ghiacciaio
Con il “Requiem per un ghiacciaio”, veglia funebre organizzata il 27, 28 e 29 settembre 2019 in contemporanea sull’arco alpino e sul Gran Sasso, Legambiente ha voluto far toccare con mano quello che sta accadendo sulle nostre montagne, dove la temperatura cresce a una velocità doppia rispetto alla media globale e le conseguenze della crisi climatica sono evidenti. Nell’ultimo secolo i ghiacciai alpini hanno perso il 50% della loro copertura. La gran parte è sparita negli ultimi trent’anni, a una velocità senza precedenti in migliaia di anni. Sotto i 3.500 metri di quota, se non si farà nulla per fermare il riscaldamento globale, sono destinati a sparire nei prossimi trent’anni. Il rapido ritirarsi dei ghiacciai non significa solo la perdita di paesaggi affascinanti, equivale alla scomparsa di importanti riserve di acqua dolce. A questo fenomeno, poi, è collegato lo scioglimento del permafrost, che porta a una maggiore instabilità del terreno, con rischi pesanti rischi per le infrastrutture di alta quota. È nostra responsabilità agire, prima che sia troppo tardi. Relatori: Marco Giardino  – segretario nazionale del Comitato Glaciologico Italiano;  Claudia Apostolo – giornalista RAI;  Vanda Bonardo – responsabile Alpi Legambiente; Paola Fagioli – vicepresidente AITR

Domenica 8 Marzo

Piazza Porto di Fa’ la cosa giusta – ore 11-12
Che cosa c’è nella trappola? Come monitorare gli effetti degli interventi ambientali su specie animali e vegetali.
Un evento per scoprire i metodi di monitoraggio grazie agli esperti del settore e attraverso gli strumenti più utilizzati.
Elevata urbanizzazione e agricoltura intensiva frammentano in maniera preoccupante gli habitat naturali, non consentendo alle specie di muoversi nel proprio ambiente. Una condizione diffusa in diverse aree della pianura Padana, che rischia di minare il delicato equilibrio tra natura e attività antropiche, specialmente negli ecosistemi limitrofi a corsi d’acqua. L’incontro, che rientra nelle attività del progetto Aretè – acqua in rete, ci aiuterà a scoprire come monitorare le specie di flora e fauna presenti in questi escosistemi e come effettuare interventi di riqualificazione ecologica di questi habitat. Relatori: Valentina Parco del Parco del Ticino lombardo – presentazione del progetto Aretè; Fabrizio Stefani IRSA/CNR – Monitoraggio di pesci; Elisa Cardarelli – Cooperativa Eliante – Monitoraggio insetti; Fabio Casale – Società di scienze naturali VCO – Monitoraggio degli uccelli. Modera: Lorenzo Baio di Legambiente Lombardia

Stand di Legambiente ore 12-13
L’habitat delle orchidee spontanee da tutelare, conservare e custodire. Il progetto Lifeorchids e i custodi di orchidee.
In un’epoca di perdita globale della biodiversità, le orchidee sono considerate ad alto rischio di estinzione, in conseguenza delle loro speciali caratteristiche. In natura, infatti, queste piante dipendono non solo dagli insetti impollinatori per la riproduzione, ma anche da specifici microrganismi (funghi) simbionti, a loro volta minacciati dai cambiamenti ambientali, i quali sono indispensabili per la germinazione dei semi e la sopravvivenza stessa delle piantine. Lo scopo del progetto LIFEorchids (cofinanziato dal programma LIFE dell’UE) è contrastare l’attuale declino di orchidee spontanee, tipiche di praterie. La sopravvivenza di queste straordinarie piante e del loro ecosistema dipende dall’uomo, che può intraprendere azioni di cura e gestione del proprio territorio a salvaguardia della biodiversità locale. Per questo si ricercano “custodi di orchidee”, disposti a applicare pratiche di alto valore naturale per tutelare i delicati habitat che ospitano queste specie “bandiera”. Relatore: Mariangela Girlanda, docente di micologia all’Università di Torino, coordinatrice del progetto europeo Lifeorchids.

Stand di Legambiente ore 15-16
Materiali in circolo – laboratorio creativo
Laboratorio di realizzazione di piccoli oggetti e giochi, con materiali di recupero.

 

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter di Legambiente? Basta inserire i tuoi dati cliccando sul seguente pulsante