Domenica 2 giugno è Festa nazionale dei piccoli comuni

Appuntamenti lungo tutto lo Stivale per celebrare capacità di innovazione e patrimonio della tradizione e chiedere misure urgenti di sostegno per l’innovazione sociale e tecnologica.

A Calitri l’anteprima della festa sabato 1 giugno. Domenica appuntamento stampa a Cineto Romano

Da Calitri in Campania a Cineto Romano nel Lazio, da San Massimo in Molise a Mandatoriccio in Calabria, da Pomaretto e Ostana in Piemonte a Galliate Lombardo in Lombardia, da Berceto in Emilia, da Joppolo Giancaxio e Sant’Angelo Muxaro in Sicilia, da Pescocostanzo in Abruzzo a Giurdignano in Puglia: anche quest’anno la Festa della Repubblica è Festa dei Piccoli Comuni, che il 2 giugno apriranno le porte ai visitatori con centinaia di eventi in piazza per valorizzare patrimoni e tradizioni.

Voler Bene all’Italia, la festa dei piccoli comuni, è promossa da Legambiente insieme a Uncem, ANCI, Unpli, Unione nazionale Pro Loco d’Italia, Fondazione Symbola e un vasto comitato, è realizzata con il patrocinio dei ministeri dell’Ambiente della tutela del territorio e del mare, delle Politiche agricole alimentari e forestali, per i Beni e le attività culturali e con il sostegno di Poste italiane e Open fiber.

Sarà festa in tutta Italia, nei comuni della montagna, lungo Alpi e Appennino fino alle località più belle delle perle del mediterraneo, per raccontare, scoprire e riscoprire, attraverso momenti di cittadinanza partecipata, tante piccole realtà. Anche per far conoscere i numerosi progetti all’insegna della sostenibilità e della qualità della vita che possono garantire questi luoghi, nonostante il declino demografico e la fatica del disagio insediativo.

L’Italia dei borghi, infatti, offre numerose esperienze di innovazione che disegnano i contorni di un possibile cambio di passo verso un futuro di benessere e sostenibilità capace di disegnare un argine allo storico abbandono, invecchiamento e spopolamento dei piccoli centri. Per questo oltre 150 sindaci hanno aderito alla Giornata di Voler bene all’Italia e all’Appello rivolto al Presidente della Repubblica per chiedere misure urgenti di sostegno per l’innovazione sociale e tecnologica, stanziando risorse per istituire agevolazioni fiscali all’impresa digitale e di prossimità, all’insediamento dei centri di ricerca e alla nascita di una nuova residenzialità, che permetta una rigenerazione urbana del patrimonio abitativo abbandonato in questi luoghi e un rinnovato tessuto sociale capace di scommettere il futuro in questi luoghi.

“La vasta alleanza che promuove  Voler Bene all’Italia e organizza la mobilitazione territoriale del fine settimana – dichiara il presidente di Legambiente Stefano Ciafani – sono fondamentali per tenere alta l’attenzione su un tema, quello dei piccoli comuni, che sembra completamente scomparso dall’agenda politica nazionale e sul quale, invece, occorre finalizzare il lavoro iniziato nella scorsa legislatura, per arrivare presto all’approvazione dei decreti attuativi della legge sui piccoli comuni e a un ulteriore stanziamento di risorse economiche. Intanto il paese non si è fermato, come dimostra l’azione messa in campo da Poste italiane e Open fiber, che con l’implementazione dei servizi postali sul territorio e la realizzazione di nuove infrastrutture in fibra ottica a banda ultra larga, stanno già lavorando nella direzione indicata dalla legge”.

La Festa dei piccoli comuni coincide anche con la Giornata Nazionale delle Pro Loco, che animeranno moltissimi programmi e feste grazie alle tante realtà protagoniste della vivacità culturale di questi territori, offrendo un viaggio tra rievocazioni storiche, degustazioni, passeggiate nel verde, visite guidate e molto altro, a testimonianza dell’infinita ricchezza dell’Italia dei piccoli comuni.

Ad aprire la festa, tre eventi il sabato 1 giugno. A Calitri, in Irpinia, si terrà l’incontro “Tra tradizione e innovazione: dalla città della ceramica alla Calitri del futuro” a cui parteciperanno i sindaci della zona insieme al sindaco di Calitri Michele Di Maio, il presidente di Legambiente Stefano Ciafani, il presidente Legambiente Campania, Mariateresa Imparato, il presidente della Fondazione Symbola Ermete Realacci, il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola e tanti altri invitati.

Jòppolo Giancaxio, in provincia di Agrigento, festeggia Voler Bene all’Italia con “Mangia e passìa”, un mini festival del cibo di strada nel borgo secentesco, con panelle e cazzilli, il panino “cu a meuza”, arancine, il “cuddruruni”, il “coppo fritto”, la pizza fritta, la “frascatula”, pane e salsiccia e stigghiole, e musica dal vivo. A Pontremoli, in Emila Romagna, Cittadini, amministratori e società civile di tre regioni si daranno appuntamento una giornata, organizzata da Legambiente, dedicata alla Ferrovia Pontremolese e il suo collegamento verso il Brennero. Perché sostenere le aree interne dell’Appennino agevolando pendolari, favorendo il turismo e semplificando lo spostamento di merci nell’asse Tirreno–Brennero sono alcuni dei benefici che porterebbe l’ammodernamento del collegamento ferroviario La Spezia-Pontremoli-Parma e il suo collegamento verso Verona ed il Brennero. È prevista la partecipazione del presidente dell’interporto di Parma (CEPIM spa) Luigi Capitani, del presidente della Provincia di Parma Diego Rossi, del presidente dell’Unione di Comuni Montana Lunigiana Roberto Valettini, del deputato Andrea Orlando e di rappresentanti e candidati dei Comuni lungo la linea e del Parco Tosco Emiliano.

Tra i 150 eventi del 2 giugno, invece, a Cineto Romano sui Monti Lucretili nella Valle dell’Aniene, dopo il corteo con la banda e gli stand di prodotti locali è prevista un’escursione presso il monumento naturalistico della Regione Lazio “percorso Coleman – Torrente Rio Scuro”, un’escursione fuori Porta sul Cammino dell’Aniene verso Vicovaro, l’apertura dell’Antiquarium Comunale e della Casa Museo della Civiltà Contadina e l’inaugurazione del murales sull’ufficio postale locale, con la partecipazione del direttore generale di Legambiente Giorgio Zampetti. A Pescocostanzo, uno dei borghi più antichi d’Abruzzo, l’appuntamento è in piazza per visitare il borgo, e partecipare tutti insieme a un’escursione al Bosco di Sant’Antonio. A Mandatoriccio, in provincia di Cosenza, domenica la giornata di festa sarà l’occasione per chiedere politiche rivolte ai piccoli Comuni che vengano messe a sistema per permettere a tutti di essere territori di innovazione. Berceto è un caratteristico paese dell’Appennino parmense, sulla via Francigena; insieme al Sindaco, ci sarà una visita guidata del centro storico e su un tratto della Via Francigena, a seguire un dibattito su territori e innovazione. Galliate Lombardo partecipa a Voler Bene All’Italia con una festa in Piazza Parrocchiale e una passeggiata alla scoperta della città, verso il lago. Giurdignano, in provincia di Lecce, possiede una delle più grandi concentrazioni di dolmen e menhir d’Italia; tra le varie iniziative della festa una passeggiata in notturna nel Percorso Megalitico.

Pomaretto è parte dell’Unione montana di Comuni della Val Chisone e Germanasca e ha imparato a costruire progetti per lo sviluppo sostenibile e l’innovazione, che generano benessere e servizi alla comunità.  Il 2 giugno presenta i nuovi impianti sportivi e ludici e verrà inaugurato il Volo del Dahu: percorsi acrobatici e aerei che si fondono con territorio e paesaggio. Da Sant’Angelo Muxaro, in provincia di Agrigento, partiranno due escursioni alla scoperta del paese, raggiungendo le antiche necropoli e proseguendo con un’escursione speleologica fino alle rinomate Grotte D’Acqua.

L’elenco completo degli eventi è su www.piccolagrandeitalia.it/pgi/domenica-2-giugno-2019

 L’ufficio stampa Legambiente 06 86268399 – 353 – 3393945428

Voler Bene all’Italia 2019 è realizzata con il sostegno di Poste italiane e di Open Fiber

 

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter di Legambiente? Basta inserire i tuoi dati cliccando sul seguente pulsante