Profughi ambientali, cambiamento climatico e migrazioni forzate (2013)


L’ultimo rapporto dell’Internal Displacement Monitoring Centre pubblicato nel maggio 2013 afferma che nel 2012 sono state 32,4 milioni nel mondo le persone costrette ad abbandonare la loro casa in conseguenza di disastri naturali.
Al di là delle disquisizioni sull'identikit dei profughi ambientali - rifugiati ambientali piuttosto che migranti ambientali,  persone forzate ad emigrare o eco profughi - e su quale sia il driver principale a guidarli nella scelta di migrare, crediamo sia fondamentale parlarne e far si che i governi mettano in atto politiche giuste, umane, solidali.

Files
Temi:
Pubblicato il05 dicembre 2013