Pendolaria 2016, la libertà di muoversi in treno


Crescono le differenze tra i 5,5 milioni di pendolari che si spostano ogni giorno su metropolitane e treni regionali. Al sud mancano progetti e risorse

Ogni giorno in Italia quasi 5,5 milioni di persone prendono il treno per spostarsi per ragioni di lavoro o di studio, un numero solo leggermente superiore al 2015 (+0,2%), quando i pendolari del treno erano 5,43 milioni (e 5,1 nel 2014).

A crescere in maniera evidente sono, invece, le diseguaglianze tra le Regioni rispetto al numero di viaggiatori e alle condizioni del servizio offerto. È questo il dato saliente del rapporto Pendolaria 2016 di Legambiente: la sistuazione e gli scenari del trasporto pendolare ferroviario in Italia. Comunicato stampa

 

scarica il Rapporto Pendolaria 2016

 

APPROFONDIMENTI

Le 10 linee pendolari peggiori

www.pendolaria.it

 

 

 

 

 

 

 

Temi:
Pubblicato il19 gennaio 2017