DDL su Delitti contro fauna e flora. Legambiente: "Il Parlamento approvi al più presto questo disegno di legge per fermare bracconieri ed ecocriminali"


  Legambiente: “Il Parlamento approvi al più presto questo ddl per salvare fauna e flora e fermare la mano di chi uccide lupi, ibis e orsi”

 

 

"Il disegno di legge presentato oggi da SEL, PD, Gruppo Misto e con il sostegno di M5S, mantiene il preciso impegno parlamentare assunto in occasione dell'approvazione delle legge sugli ecoreati (legge 68/2015) e risponde ad un'esigenza indispensabile e urgente per contrastare bracconaggio e commercio illegale di fauna e flora, che in Italia continuano a registrare, ogni giorno 20 infrazioni, 17 persone denunciate, 7 sequestri e quasi 3 procedimenti aperti contro noti con quasi nessun caso che giunga a condanna. Al Parlamento chiediamo di approvare al più presto i delitti contro flora e fauna. Con questa legge bracconieri e ecocriminali non la faranno più franca e, grazie ad una norma come questa, sarà possibile colpire con grande efficacia chi fino ad oggi uccide impunemente, ogni giorno, lupi, ibis o orsi e sottrae natura all'ambiente in cui viviamo contando sull’impunità”. Questa la dichiarazione diStefano Ciafani, direttore generale di Legambiente in occasione della presentazione del disegno di legge.

 

Per Legambiente quella di oggi è anche una giornata del primo impegno mantenuto: dopo l'approvazione della legge sugli ecoreati, Governo e Parlamento si erano infatti assunti l’impegno di riprendere gli emendamenti accantonati che trattavano i delitti conto la fauna e la flora. Una promessa rispettata e che riparte oggi con la presentazione di questo disegno di legge. 

 

 

 

L’Ufficio stampa di Legambiente: 0686268353

Temi:
Pubblicato il22 febbraio 2017