Stop al mercurio


Campagna di informazione e sensibilizzazione  

L’Eeb - European Environmental Bureau -, la federazione delle associazioni ambientaliste europee della quale Legambiente è membro, in collaborazione con il Gruppo di lavoro internazionale per il bando del mercurio (Ban Hg Wg), ha dato vita nel 2004 alla campagna europea Zero mercury, il cui obiettivo ultimo è la riduzione a zero delle emissioni, della domanda e dell’offerta di mercurio, da tutte le fonti monitorabili, al fine di ridurre alminimo le sue immissioni nell’ambiente, a livello europeo e globalmente. 

Il mercurio è un metallo pesante altamente inquinante e tossico, un problema ambientale e sanitario di proporzioni planetarie. Nonostante tutto lo si usa ancora per estrarre l’oro dalle miniere, per le otturazioni dentali, negli strumenti di misurazione della temperatura e pressione, per la produzione delle lampade fluorescenti a basso consumo. Uno degli usi più classici del mercurio è nella cella elettrolitica per la produzione industriale del cloro e della soda.
Grazie anche a tante battaglie intraprese da Legambiente, le principali aree industriali italiane sono state inserite nel “Programma nazionale di bonifica” del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio. L'azione di Legambiente è volta al monitoraggio dello stato di avanzamento delle operazioni di bonifica e all'informazione e sensibilizzazione circa i gravissimi rischi he comporta la dispersione nell’ambiente del mercurio.

 

Approfondimenti

 

 

Per informazioni  - tel 06 862681 - scientifico [at] legambiente [dot] it

Temi:
Pubblicato il01 gennaio 2006