Spiagge e Fondali Puliti 2016


Per chi non si rassegna all'indifferenza: il 27, il 28 e il 29 maggio liberiamo le spiagge e i fondali dai rifiuti abbandonati. Partecipa! 

Se non sopporti più vedere la tua spiaggia preferita piena di plastica e rifiuti di ogni genere, se diventi di cattivo umore passeggiando a piedi nudi tra mozziconi di sigaretta e pezzi di vetro, allora sei dei nostri!  

27, 28, 29 maggio ci vediamo lungo le coste per liberare le spiagge e i fondali dai rifiuti abbandonati. Combattiamo l’indifferenza con un gesto concreto! Appuntamenti >>qui

Scendiamo in spiaggia per chiedere maggiore rispetto e tutela per il mare, incredile serbatoio di biodiversità e bellezza, fonte di vita e ricchezza per i territori. 
 

Fotografa i rifiuti più insoliti che trovi in spiaggia, pubblicali su Instagram, Twitter e Facebook con l’hashtag #schifidaspiaggia. I migliori scatti saranno pubblicati sul sito di Legambiente

S.O.S. Lacrime di Sirena  
Sono la materia prima da cui si ricavano gli oggetti di plastica che tutti noi utilizziamo quotidianamente. Piccole e leggere vengono disperse da venti e correnti che le portano su tutte le spiagge del mondo. Sono pericolose: assorbono sostanze inquinanti dall'acqua di mare come i PCB; vengono ingerite dagli animali e dagli uccelli marini, entrando così nella catena alimentare; non scompaiono né si dissolvono, bensì si frammentano in pezzi sempre più piccoli a causa degli agenti atmosferici, i raggi UV e l'azione del mare. Cerchiamole in spiaggia. Possiamo trovarle tra gli altri rifiuti e la vegetazione. Lungo la linea di marea, i sentieri e ai piedi delle dune.

Clean-up the Med, appuntamenti internazionali lungo le coste del Mediterraneo >>qui 

scheda di adesione per comuni, aziende, associazioni, circoli di Legambiente >>qui  

 

Gli amici di Spiagge e Fondali Puliti 

   

 

Temi:
Pubblicato il24 maggio 2016