Terremoto 2016, aggiornamenti dai nostri volontari sul campo per la tutela del patrimonio artistico


Diario dei lavori del gruppo di Protezione Civile di Legambiente impegnato nella messa in sicurezza del patrimonio artistico 

La Terra trema lungo la dorsale appenninica vengono giù le case e le scuole ma anche chiese, musei, palazzi storici che custodiscono storia e bellezza di questi piccoli borghi italiani. Il crollo del Duomo di Norcia, di cui rimane solo la facciata trecentesca circondata da un cumulo di macerie, è il simbolo di quanto rischiamo di perdere in termini di identità, di storia ma anche di futuro. E' chiaro che la priorità va data alla sicurezza delle persone e alla ricostruzione, è anche vero che nessuna ricostruzione ha senso se fatta in un territorio che nel frattempo ha perso la sua storia e la sua possibilità di futuro fatte anche di beni culturali.

Siamo di fronte a un'emergenza, quella in cui si dibattono Umbria, Marche e Lazio forse in parte paragonabile solo a quella che seguì l'alluvione del 1966 a Firenze quando migliaia di quelli che furono chiamati allora "angeli del fango" intervennero in maniera spontanea per salvare i tesori culturali sommersi.

Noi di Legambiente siamo convinti che oggi, come allora, il volontariato specializzato possa dare un contributo prezioso alle autorità competenti che si trovano a fronteggiare un'emergenza drammatica.  
 

Diario dal sisma
 

aggiornamenti quotidiani dai volontari sul campo 

 

la nuova ecologia.it

 

APPROFONDIMENTI:

Solidarietà con le popolazioni terremotate, distribuiti i primi fondi della campagna "La rinascita ha il cuore giovane" >>qui

Terremoto, commissione ambiente in missione >>qui

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Temi:
Pubblicato il21 febbraio 2017