Giornata Mondiale delle Zone Umide 2017, gli appuntamenti di Legambiente


Scopri le zone umide della tua regione con le iniziative di Legambiente, dal 2 al 5 febbraio 

Iniziative in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, SardegnaSicilia, Toscana, Veneto

 

ABRUZZO

 

Barrea (Aq) – Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise
Convegno:
“Conservazione, gestione e fruizione delle zone umide nelle aree protette” - 2 Febbraio 2017 – dalle 9,30 alle 13
Barrea (Aq) - Sala Convegni del Castello 
Programma: Confronto tra Legambiente, Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, CIRF, ENEL, Ispra, Fondazione per lo sviluppo sostenibile e Istituzioni
Info: 06-86268325 
  
Marina di San Salvo (Ch) - Giardino Botanico Mediterraneo  
Alla scoperta dell’area umida del giardino botanico Mediterraneo: visite guidate e attività di educazione ambientale per le scuole
2-3 febbraio 2017, inizio attività ore 9.30, Giardino Botanico Mediterraneo, Marina di San Salvo
Programma: le attività si svolgeranno all’interno del Giardino Botanico Mediterraneo, area protetta riconosciuta della regione Abruzzo e caratterizzata dalla presenza di specie protette come la testuggine palustre e da una ricca biodiversità che va dal Giunco nero alla Canna di Ravenna, Carici e tanto altro. Info: educazioneambientale [at] legambienteabruzzo [dot] it

BASILICATA

 

Marina di Pisticci (MT) 
Escursione Area SIC della Costa Jonica, Foce del Fiume Cavone e Zona umida Salandrella. Avvistamenti avifaunistici, censimenti delle orchidee, visite guidate e attività di educazione ambientale.
5 Febbraio 2017 – ore 10.30 – 13.00 - Marina di Pisticci (MT) presso il parcheggio della spiaggia San Basilio
Info: legambientepisticci [at] gmail [dot] com

 

Lagonegro (Pz) - Parco nazionale dell’appenino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, Riserva regionale del lago Laudemio.
Ciaspolando sul Sirino
05/02/17 - appuntamento alle 9:30 centro commerciale Val d’Agri. Inizio ciaspolata 10:00, fine 16:00
Ciaspolata di media difficoltà, nei pressi del monte Sirino con visite in occasione delle giornate delle zone umide sui laghi: Laudemio e Zapano (laghi di origine glaciale situati in conche moreniche) 1525/1400 slm.
Info: Ennio Di Lorenzo, 347 3059720, Isabella Abate, 333 7321941

CALABRIA

 

Lago Arvo e lago Cecita (Cs)
Ciaspolata e visita guidata alla scoperta dei laghi Arvo e Cecita
5 febbraio – ora 9,30 - uscita SS 107 bivio Silvana Mansio Lorica
Durante la Ciaspolata sarà possibile osservare le specie di uccelli che vivono in queste zone umide: airone cenerino, airone bianco, germani reali e il gabbiano reale.
Info: camminasila [at] gmail [dot] com

CAMPANIA

 

MonteOrso – Loc. Acqua di S.Maria Falode - Comune di Castello del Matese (CE)
Escursione in ciaspola nei pressi del Lago del Matese con bird-watching.  
4 febbraio 2017 – h. 9.30 – Raduno partecipanti Passo Miralago. Prenotazione entro il 31 gennaio. 
NB: in caso di scioglimento della neve nella zona lago Matese, la ciaspolata si svolgerà a Monte Orso per cui il raduno sarà a passo Sella del Perrone.
Per affitto ciaspole 5 euro - pranzo: € 10.00 per degustazione di prodotti tipici presso l’agriturismo FALODE.  Spostamenti delle persone che arriveranno con le loro auto sprovvisti di gomme termiche o catene per il raggiungimento del luogo dove inizierà l'escursione: € 7,00 
Info: ma [dot] antonucci [at] virgilio [dot] it

 

Castel Volturno (Ce)- Oasi dei Variconi  
Visita guidata Monitoraggio ambientale e faunistico dell’Oasi dei Variconi - zona umida – Riserva Ramsar
2 Febbraio ore 14.00 all'ingresso dell'Oasi dei Variconi, comune di Castelvolturno
Alle ore 14,30 inizio visita guidata.
Rapporto sullo stato ambientale e faunistico su una delle zone umide più importanti della Campania; realizzazione di un dossier fotografico; visite guidate all’area.
Info:pasqualeraia [at] gmail [dot] com 

EMILIA ROMAGNA

 

Comune di Ravenna - Punte Alberete e Valle Mandriole: alla scoperta delle oasi dimenticate 
Escursione con visita guidata di educazione ambientale, biowatching, birdwatching accompagnata da esperti del Raggruppamento delle Guardie Ecologiche Ambientali Zoofile Volontarie di Legambiente Ravenna. 
5 febbraio 2017 ore 14:00 presso il parcheggio di Punte Alberete (presso il Canale Fossatone, circa al km 8 della Strada Statale Romea 309 che da Ravenna porta a Venezia). 
Le Oasi naturalistiche di Punte Alberete e Valle Mandriole, area natcirca 10 km a nord di Ravenna, costituiscono gli ultimi esempi di palude di acqua dolce, residui delle foreste paludose meridionali della Valle Padana. Il complesso posto a nord del fiume Lamone prende il nome di Valle Mandriole (o della Canna). Si tratta di una valle caratterizzata da specchi d'acqua dolce alternati a dossi ricoperti da fitti canneti. Sul lato sud è presente una torretta di avvistamento che consente di osservare tutta l'area e i numerosi uccelli che vengono qui a nidificare: un vero e proprio paradiso per gli amanti delle foto naturalistiche e del birdwatching. L'area a sud del Fiume Lamone è, invece, conosciuta con il nome di Punte Alberete. Si tratta di una foresta molto suggestiva per l'alternarsi di ambienti di bosco igrofilo, più o meno inondato, praterie sommerse, spazi aperti e flora (ninfee, gigli di palude) e fauna tipiche di ambienti palustri (moretta tabaccata, airone rosso, ibis mignattaio, sgarza ciuffetto, nitticora, tarabusi e tarabusini). Il percorso è pedonale e ombreggiato su entrambi i lati.
Info: servizi [at] legambiente-ra [dot] it   

LAZIO

 

Parco Nazionale del Circeo, comuni di Latina e Sabaudia (LT)
Escursione ambientale guidata di Birdwatching - 5 febbraio 2017, ore 9:00, appuntamento: B.go Grappa (LT), Strada Litoranea (altezza Bar Le delizie di Luca, vicino ufficio postale). 
L’ornitologo del Circolo Larus Nick Henson di Legambiente guiderà un’escursione gratuita di mezza giornata alla scoperta degli affascinanti ambienti umidi del Parco Nazionale del Circeo e della loro caratteristica fauna. Laghi e acquitrini del Parco (laghi di Sabaudia, Caprolace, Monaci e Fogliano) ospitano una ricchissima avifauna acquatica con oltre 260 specie, tra nidificanti e migratrici-svernanti. I laghi costieri dell’area protetta, che insieme alle adiacenti zone umide sono tutelati della Convenzione di Ramsar che coinvolge le zone umide più importanti del mondo, rappresentano per il Lazio il principale sito di svernamento degli uccelli acquatici: la localizzazione del Parco in un'area geografica coincidente con le principali rotte migratorie, infatti, lo rende particolarmente adatto alla sosta di molte specie di uccelli, che utilizzano soprattutto le risorse trofiche presenti negli ambienti umidi situati nella fascia costiera. Si consiglia di essere puntuali, di indossare abiti comodi e stivali (o scarpe adeguate a terreni fangosi) e di portare, se in possesso, un binocolo ed eventuali guide per il riconoscimento avifaunistico. Info: circololarus [at] gmail [dot] com

LOMBARDIA

 

Mulini di Gurone, comune di Malnate (Va), PLIS Valle del Lanza
Visita guidata alla scoperta delle zone umide. 5 febbraio alle ore 10:00 presso i Mulini di Gurone
Passeggiata nell’area dei Mulini di Gurone con vari esperti che spiegheranno il valore degli ecosistemi visitati   
Info: legambiente [dot] varese [at] gmail [dot] com

 

Fagnano Olona (Va)
Le zone umide: una grande risorsa per la biodiversità: incontro pubblico con il Franco Zavagno e Andrea Viganò sulle zone umide e in particolare sui Laghi di Fagnano. 2 febbraio, ore 21 presso la Biblioteca Comunale – via Matteotti, 4 – Fagnano Olona 
Info: legambiente [dot] valleolona [at] gmail [dot] com

 

Fagnano Olona (Va)
Visita guidata ai Laghi di Fagnano e avvistamenti avifaunistici.
5 febbraio, ore 14,30 presso la zona umida Laghi di Fagnano – Approdo Calipolis, via Cristoforo Colombo 80 – Fagnano Olona
Il naturalista Andrea Viganò guiderà il gruppo alla scoperta della zona umida dei Laghi di Fagnano, nel fondovalle del fiume Olona.
Info:legambiente [dot] valleolona [at] gmail [dot] com

 

Pieve del Cairo (Pv) – Tenuta San Marzano - Mercurina
Visita Guidata all’Ontaneto: passeggiata tra le risaie e il bosco con sosta al fontanile.
5 febbraio – Ore 14,30 presso la Tenuta San Marzano
Si percorrerà una strada che si snoda tra le risaie. Si effettuerà il riconoscimento di flora e fauna. Poi ci si inoltrerà nel bosco fino a un fontanile, per tornare infine alla cascina alle 16,30.
Info: legambientelomellina2 [at] virgilio [dot] it 

 

Palude di Brivio – Parco Adda Nord  
Alla scoperta della Palude di Brivio: escursione guidata con osservazioni
5 febbraio 2017, ore 9.30 – parcheggio del campo sportivo – via Manzoni – Brivio (Lc). La passeggiata di svolge sulla sponda idraulica destra del fiume Adda, quella opposta alla Palude di Brivio, che si trova sui confini dei Comuni di Brivio, Calolziocorte, Monte Marenzo e Cisano Bergamasco. Lungo l’alzaia è possibile avere punti di osservazione dell’area SIC della Palude di Brivio molto interessanti. L’uscita sarà propedeutica ad una nuova uscita, che verrà svolta in autunno, presso l’osservatorio faunistico che sta dentro la Palude da dove, in determinati periodi dell’anno, è possibile vedere, osservare a lungo, fotografare, diverse specie di uccelli.
Info: lecco [at] legambiente [dot] org 

 

 

Provaglio d’Iseo (Bs)
Puliamo le Torbiere, attività di volontariato
4 febbraio – ore 9,00 – Stazione ferroviaria di Provaglio d’Iseo
Sarà effettuata la pulizia della zona della Riserva.
Info: legambientefc [at] virgilio [dot] it  
 
Provaglio d’Iseo (Bs)
Fotografare l’inverno, uscita fotografica
5 febbraio – ore 8,30 – Stazione ferroviaria di Provaglio d’Iseo
Passeggiata tra le torbiere della Riserva alla ricerca di scatti memorabili.
Info: info [at] torbiere [dot] it 

 

Provaglio d’Iseo (Bs)
Dall’ombra alla luce. I segni del risveglio dall’inverno. Visita guidata
5 febbraio – ore 15,00 – Stazione ferroviaria di Provaglio d’Iseo
Visita guidata tra le Torbiere della Riserva
Info: eduambientale [at] cauto [dot] it

MARCHE

 

San Benedetto del Tronto (Ap) - Riserva Naturale regionale della Sentina
“Sentina da salvare”: passeggiata naturalistica nella riserva con possibilità di fermarsi presso i laghetti dove, dalle altane, sarà possibile osservare l'avifauna acquatica. 5 febbraio ore 9:00 – appuntamento ingresso della riserva lato nord (via del Cacciatore).
Un forte fenomeno erosivo minaccia la riserva naturale regionale della Sentina. A seguito delle ultime mareggiate, parte del litorale costiero della riserva è stato inghiottito dal mare, inoltre le onde hanno scavalcato la duna costiera allagando campi e compromettendo la funzionalità delle strutture per il birdwatching e le passerelle in legno. La “torre sul porto”, un antico edificio situato all'interno della riserva naturale, è minacciato dal fenomeno erosivo e il mare rischia di compromettere la stabilità dell'edificio. I politici e gli amministratori, sottovalutano questo fenomeno erosivo e non dedicano attenzione al messaggio che le associazioni ambientaliste stanno lanciando. Questa iniziativa servirà per accendere i riflettori sulla situazione erosiva in atto affinché vengano attuate azioni eco-compatibili atte a limitare l'attività erosiva del mare.
Info: info [at] legambientesbt [dot] it

PUGLIA

 

Margherita di Savoia (Bt) – Riserva Naturale dello Stato Salina di Margherita di Savoia 
Visite guidate, educazione ambientale, avvistamenti avifaunistici, percorsi didattici. 4 e 5 febbraio 2017 – ore 9.30 presso Centro Percorsi Cultura e Natura – CEA Margherita – Via Africa Orientale, 50.

La Zona umida delle Salina di Margherita di Savoia, circa 4000 ettari, la salina marittima più grande d’Italia, occupa gran parte dell’area che fino ai primi decenni del secolo formava il lago Salpi, un bacino costiero di acque salmastre e paludose che dava il nome all’antica Salarpa. Questa area diviene poi Riserva Naturale dello Stato e quindi Zona umida di valore internazionale ai sensi della convenzione di Ramsar del 1971, in ragione della notevole importanza faunistica. Si tratta di un microcosmo di acquitrini costellati da macchie di tamerici e di ciuffi di giunchi che al visitatore di oggi restituisce intatto il fascino primordiale del mondo palustre. Nelle vasche di acqua salmastra della riserva naturale delle Saline di Margherita, separate dal mare soltanto da sottili lingue di terra, sono incastonate bianche piramidi di cristalli di sale la cui durezza viene compensata dalla vista di morbide dune sabbiose invase qua e là da ciuffi di canna comune.È qui che numerosi uccelli migratori soggiornano periodicamente per riprodursi o svernare. Secondo un recente censimento fatto dalle guardie forestali del Ministro delle Risorse Agricole, sarebbero 7500 gli individui di fischione; 3200 di volpoca; 1100 di alzavola; 5000 di folaga; 2500 di avocetta. Armandosi di binocoli o macchine fotografiche, si possono ammirare anche gli eleganti aironi bianchi o fenicotteri rosa, insieme ai bellissimi rapaci (come il falco e il gheppio) e a tanti altri uccelli acquatici.
Info: ruggero [dot] ronzulli [at] hotmail [dot] it

 

 

 

Sacca Orientale Laguna di Lesina Riserva dello Stato – Parco Nazionale del Gargano – Comune di Lesina (Fg)
Escursione nella Riserva, trekking fotografico, approfondimento sui temi della vulnerabilità delle zone umide di transizione. 5 Febbraio 2017 – Appuntamento Ingresso Riserva dello Stato Idrovora Lauro – 0re 10.
L’iniziativa sarà occasione per incontrare appassionati di trekking e di escursionismo, saranno presenti esperti di fotografia e di citizen science. Si affronterà il tema della vigilanza della Riserva ex Corpo Forestale e altri temi delicati quali il bracconaggio nella riserva, l’inquinamento da fonti agricole, carichi inquinanti urbani controllati e incontrollati come l’insediamento abusivo di Torre Mileto.
Info:  nazario [dot] bizzarri [at] tin [dot] it e pazienzagianfranco [at] gmail [dot] com

 

 

Visite guidate alla scoperta delle aree umide del Salento ionico:

 

Bacini di Ugento (Le) - Parco Regionale Litorale di Ugento
4 febbraio 2017 - ore 9.00 - Torre S. Giovanni, parcheggio Lido Pineta. 

 

Palude dei Foggi (Le) - Parco Regionale Isola di S. Andrea e litorale di Punta Pizzo
4 febbraio - ore 15.00 - Gallipoli, ponte Canale Samari. 

 

Porto Cesareo (Le): Palude del Conte e Spunnulate di Torre Castiglione
Riserva Regionale Palude del Conte e duna costiera.
5 febbraio 2017 - ore 9.00 - Torre Lapillo

 

Manduria (Ta): Salina Grande - Riserve Naturale Orientate del litorale tarantino orientale

5 febbraio 2017 - ore 15.00 - Torre Colimena

 

In gran parte bonificate tra gli anni ’30 e ’50 del secolo scorso, le aree umide del Salento ionico conservano ancora aspetti storici, paesaggistici e naturalistici notevoli, costituendo un passaggio obbligato per i flussi migratori e uno degli assi portanti della natura protetta in Puglia e nel Mediterraneo.Attraverso specifiche convenzioni con l’ente gestore e la gestione dei CEA territoriali, i circoli di Legambiente ne articolano le attività in un’ottica di rete sia in funzione di monitoraggio e tutela che di educazione/formazione e valorizzazione turistica.
info: maurizio [dot] manna61 [at] gmail [dot] com 

SARDEGNA

 

Cagliari, Laguna di Santa Gilla
Incontro pubblico per salutare la conclusione del restauro della Torre della Quarta Regia quale segno della rinascita del Parco Molentargius-Santa Gilla. 
29 gennaio, ore 10,00 – Cagliari – Torre della Quarta Regia a Sa Scafa Porta della Laguna di Santa Gilla – Via dei Calafati
Info: salegambiente [at] tiscali [dot] it 
 
Alghero (Ss) 
Legambiente per la cura dei luoghi nel ricordo di Helmar Schenk e in omaggio all’ecologista Ferruccio Zarini: pulizia del sito Fonte del Cantar 
5 febbraio alle ore 10,30 - Alghero - strada litoranea per Bosa, davanti al sito.
Legambiente promuove un’azione di recupero del sito che prevede pulizia, ripristino dello stato dei luoghi del Cantar, oltre alla ripulitura dell’antica cava sulla scogliera antistante.
Info: salegambiente [at] tiscali [dot] it 

 

Posada (NU)
Versi e colori della foce del Rio Posada: Laboratorio di educazione ambientale sull’avifauna delle zone umide e visita guidata con avvistamenti avifaunistici.
2 febbraio 2017. Ore 9.30, Scuola dell’infanzia - Foce del Rio Posada, Stagni Longu e Tundu
Laboratorio di animazione nel quale i bambini della Scuola dell’Infanzia di Posada realizzano costumi da indossare per impersonare le varie specie presenti della foce, impegnandosi nel riconoscimento dei versi e nella scoperta delle caratteristiche peculiari. Al laboratorio è associata una escursione guidata lungo il percorso naturalistico che costeggia gli stagni, con tappe dedicate all’osservazione naturalistica e all’avvistamento dell’avifauna presente nell’area della foce con l’ausilio di binocoli, cannocchiale e schede didattiche per il riconoscimento delle specie.
Info:salegambiente [at] tiscali [dot] it 

 

Stagno di Acqua Durci – Domus De Maria (Ca)
Nel ricordo di Helmar Schenk, escursione guidata per scolaresche
1 febbraio alle 9.30 nei locali del CEAS di Chia (Ca)
Escursione guidata con le scolaresche alla scoperta dello stagno di Acqua Durci e del sistema dunale circostante che è stato protetto e consolidato con il progetto Providune della Provincia di Cagliari. Sarà anche l’occasione per parlare della recente mareggiata che ha fatto venire allo scoperto una parte della necropoli fenicio punica di Bithia.Intervengono: Concetta Spada sindaco di Domus de Maria e Franco Saba con Alessia Meloni per Legambiente
Info:salegambiente [at] tiscali [dot] it

 

 

SICILIA

 

Pergusa, frazione di Enna, Riserva Naturale Speciale del lago di Pergusa  
Pergusa, il lago e la sua natura: 5 febbraio 2017, ore 9,30: ingresso della Riserva Naturale.
Birdwatching, visita guidata lungo il sentiero ripariale, incontro con gli enti pubblici sulle minacce alla sopravvivenza dell’importante zona umida. Dopo un breve briefing di presentazione del lago si procederà alla visita guidata lungo il sentiero ripariale con sosta ai capanni mimetici per l’osservazione della avifauna presente sul lago. Successivamente incontro con le amministrazioni per discutere della necessità di dotare di un nuovo sistema fognante il Villaggio Pergusa
Info: sifisagapakis [at] gmail [dot] com

 

Siracusa

Conferenza stampa per illustrare un esposto alla Procura per i danni causati  dal Consorzio di bonifica di Siracusa ai Pantani Gelsari e Lentini
4 febbraio - ore 10.00, sede Legambiente Siracusa, P.zza Santa Lucia, 20.
Info: tuttoilmondo [at] katamail [dot] com

 
Palermo - Riserva Naturale di monte Pellegrino
In memoria di George Evelyn Hutchinson, incontro pubblico
Palermo, 5 febbraio alle 11.00 presso Riserva Naturale di monte Pellegrino 
Legambiente e la Città di Palermo scopriranno una lapide in onore dello zoologo George Evelyn Hutchinson, che qui scopri due generi di Emitteri acquatici la cui esistenza nello stesso luogo pareva confutare il principio ecologico dell’esclusione competitiva. Da allora il laghetto divenne una importantissima stazione degli studi sulla fauna acquatica.  
Info: sifisagapakis [at] gmail [dot] com

 

Marina di Modica (RG), Pantano di Punta Regilione  
No alla cementificazione – Sì alla riqualificazione!
Avvistamenti avifaunistici, visita guidata, educazione ambientale, blitz contro l’edificazione di una struttura turistica sula duna prospiciente la zona umida.
4 e 5 febbraio, ore 9.30 Pantano di punta Regilione, via del Laghetto, Marina di Modica
Il Pantano di Marina di Modica è un'area umida relitta della costa della provincia di Ragusa, inserita all'interno del Sito di Importanza Comunitaria ITA 080008; l'area, di notevole interesse, rappresenta un sistema naturale costiero tipico della Sicilia Sud-Orientale (spiaggia, duna, retroduna, area umida, canneto), con le relative flora e fauna. Purtroppo tale sistema è stato oggetto di un'intensa cementificazione che continua ancora adesso con la edificazione di una struttura turistica sulla principale duna prospiciente l'area umida. In relazione a ciò Legambiente si è già più volte mobilitata contro tale scempio spacciato per sviluppo turistico. La rinnovata attenzione ha tra l'altro portato alla individuazione da parte di biologi e volontari dell'associazione di una prima nidificazione di Pollo sultano nel sito, pubblicata sulla rivista Il Naturalista Siciliano e comunicata all'istituto dell'ISPRA che sta seguendo il programma di reintroduzione della specie in Sicilia. L'iniziativa vuole fare (ri)conoscere l'area alla cittadinanza ed agli studenti e continuare la denunzia dello scempio ambientale in atto.
Info:legambientemodica [at] gmail [dot] com

 

Invaso Poma, Partinico (PA) 
Passeggiamo, conosciamo, ci divertiamo. Passeggiata naturalistica alla scoperta di flora, fauna, colori, odori, storia, cultura. 4 febbraio. Ore 09:00. Invaso Poma
L’invaso Poma è un lago artificiale situato a circa 5 km da Partinico, realizzato mediante la costruzione di una diga sul fiume Jato, in un una zona ricca di acqua nella quale in passato erano presenti mulini. Nasce nei primi anni 60, come risultato di una lunga serie di lotte capeggiate dallo scrittore e sociologo Danilo Dolci. Nel 1994 l'area è stata individuata come Oasi di protezione e rifugio della fauna con la finalità di favorire e promuovere la conservazione, la protezione, il rifugio, la sosta e l'irradiamento naturale della fauna selvatica. L'area ha una superficie di 580 ettari. La flora presente, oltre alle specie trapiantate dalla Forestale per rimboschimento (l'Eucalipto, il Pino d'Aleppo, il Pino domestico, il Cipresso comune e il Cipresso argentato), è costituita dalla vegetazione delle comunità alveo-ripariali tipica della nostra zona: la cannuccia, il giunco, la canna e il pioppo nero. Sono presenti inoltre il Frassino, la Palma nana, l'Olivo selvatico, il Pero selvatico, il Biancospino e il Mirto. Nel periodo invernale svernano nel lago il Fischione, il Germano reale, il Codone, il Mestolone, l'Alzavola, la Marzaiola, il Moriglione, la Moretta, la Volpoca, l'Oca selvatica, lo Svasso maggiore, lo Svasso piccolo, la Folaga, l'Airone cenerino, la Garzetta, l'Airone bianco maggiore e il Cormorano. Nei prati circostanti si possono osservare numerose le Pavoncelle. Nidificano nella zona il Pendolino, piccolo passeriforme che costruisce un nido particolare. Tra i rapaci stazionano nell'area il Falco pellegrino, la Poiana e il Gheppio. Durante le migrazioni si possono osservare nei pressi del lago la Cicogna bianca, il Falco pescatore, il Mignattaio, l'Airone guardabuoi e la Nitticora. Inoltre, gli alberi sulle rive del lago sono spesso utilizzati come dormitorio dai Cormorani che nel periodo invernale, nel tardo pomeriggio, si spostano da altri laghi, per passare la notte al lago Poma e ritornare ai luoghi di provenienza il mattino successivo.
Lunghezza percorso a/r 10 Km - Dislivello: 20 m - Difficoltà: medio/facile
Info: legambiente [dot] partinico [at] virgilio [dot] it

 

Isola di Vulcano (comune di Lipari): pantano dell’Istmo
Alla scoperta del pantano dell’Istmo, fragile ecosistema insulare.

Visita guidata – educazione ambientale – avvistamenti avifaunistici
DOMENICA 5 FEBBRAIO appuntamento al porto di Lipari ore 9.20 – imbarco per Vulcano ore 9.30 (trasferimento in aliscafo); durata ca. 2 ore; rientro libero
Visita guidata dai naturalisti dell’associazione Nesos che illustreranno gli aspetti botanici, faunistici e geo-morfologici e la storia tormentata di questa piccola laguna costiera, unico esempio di area umida di un certo pregio nell’ambito della ZPS ITA030044 “Arcipelago delle Eolie” e sopravvissuta a alla vasta speculazione edilizia che ha stravolto la zona circostante negli anni ’70.
Info: giu eppelagreca [at] virgilio [dot] it 

 

Marsala - Riserva naturale Isole dello Stagnone di Marsala
Scopriamo lo Stagnone di Marsala. Visita guidata e presentazione progetto di stazione meteorologica per monitoraggi
11 febbraio – ore 10 - Imbarcarero per Mozia
In occasione della ricorrenza della giornata mondiale delle zone umide, il circolo di Legambiente Marsala-Petrosino con gli studenti dell’istituto ITT di Marsala organizzano, sabato 11 febbraio, dalle ore 10, un’escursione alla Riserva naturale Isole dello Stagnone di Marsala. Nel corso della passeggiata, a cui sarà invitata la stampa locale, gli studenti illustreranno il progetto, da loro realizzato, e per il quale parteciperanno il 7 febbraio alle selezioni regionali, nell’ambito dei Campionati nazionali studenteschi di robotica.  Il lavoro dei ragazzi consistente nella realizzazione di una stazione meteorologica open- source ad impatto visivo nullo. La finalità sarà quella di realizzare un database, accessibile all’ente gestore della riserva e agli studiosi della laguna, attraverso il quale ottenere numerosi dati ambientali in tempo reale. Ciò faciliterebbe, ad es. il monitoraggio delle acque della laguna, della popolazione acquatica e degli uccelli.  
Info: letiziapipitone2014 [at] gmail [dot] com 

TOSCANA

 

Portoferraio (Li) - Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano
Conferenza stampa recupero e gestione Zona Umida di Mola e Oasi San Giovanni – Le Prade - Magazzini - 2 febbraio 2017 – ore 11.00
Presentazione delle proposte per il recupero della Zona umida di Mola e per l’istituzione di un’Oasi a San Giovanni- Le Prade
Info:legambientearcipelago [at] gmail [dot] com

 

 
Spiaggia delle Prade, Schiopparello, Portoferraio (Li) - Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano  
Paradisi Perduti? Alla scoperta della Zona Umida dello Schiopparello-Prade. Photo contest, visite guidate e degustazione prodotti tipici. 4 febbraio 2017 – ore 9.00
Ore 10,30; Visita guidata: l’avifauna delle zone umide dell’Elba
Ore 12,30; Spuntino/aperitivo con degustazione di prodotti tipici  
Info: legambientearcipelago [at] gmail [dot] com

 


Zona umida di Mola, Comuni di Porto Azzurro e Capoliveri - Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano
Paradisi Perduti? Alla scoperta della Zona Umida di Mola
Photo contest, visite guidate, pulizia di una spiaggia e degustazione prodotti tipici 
5 febbraio 2017 – ore 9.00
Ore 10,00, Pulizia della spiaggia insieme al gruppo Legambiente dei detenuti del Carcere di Porto Azzurro 
Ore 11,00; Visita guidata: flora e fauna di Mola
Ore 12,30; Spuntino/aperitivo con degustazione di prodotti tipici  
Info: legambientearcipelago [at] gmail [dot] com

 
 
Laghetti di Campo, località Campo, Comune di S. Giuliano Terme (Pi)
Esplorando le zone umide del nostro territorio: i laghetti di Campo. Visita guidata e presentazione buone pratiche
5 febbraio 2017 ore 10 a Pisa, presso la pista ciclopedonale dell’Arno.
Si partirà in bicicletta alle 10.15 circa da Pisa e percorrendo la ciclopedonale dell’Arno si arriverà presso i laghetti della località Campo. L’area si presta bene per una visita ad anello ed eventuali avvistamenti faunistici. Sarà un momento di scoperta di un’area umida prossima alla città e perlopiù sconosciuta.
Info: sommaa91 [at] libero [dot] it

 

 

Grosseto
Alla scoperta delle zone umide della Maremma
Educazione ambientale con i ragazzi della scuola secondaria di primo grado “Dante Alighieri”. 2 Febbraio 2017 – dalle 9,00 alle 13
Doppio appuntamento: prima a Grosseto in classe per parlare dell’importanza delle zone umide, mettendo in risalto quali sono i siti Ramsar in Maremma; a seguire uscita per conoscere l’evoluzione naturale della Maremma e le bonifiche effettuate in questo meraviglioso territorio.
Info: educazioneambientale [at] festambiente [dot] it

 

 

Loc. La Lecciona, 55049 Viareggio (LU) – Parco regionale Migliarino S.Rossore
Escursione nella Riserva della Lecciona.   
2 febbraio dalle ore 14.30 - Centro Visite di Villa Borbone Viale dei Tigli - Loc. La Lecciona, Viareggio
Durata del percorso: ore 3
Accompagnati da esperte guide ambientali escursionistiche, si percorrerà il Sentiero Natura della Macchia Lucchese fino al viale Europa attraversando e scoprendo le peculiarità delle diverse zone umide del bosco e dell’ambiente retrodunale fino alla spiaggia della Riserva Naturale della Lecciona, per poi fare ritorno al Centro Visite con le luci del tramonto. 
Info: centrovisite [dot] villaborbone [at] gmail [dot] com

 

Bientina (Pi) - Riserva Naturale Regionale di Bosco Tanali
Bosco Tanali e l’area Ramsar del Bientina, incontro pubblico 
Venerdì 3 febbraio ore 21 a Bientina, Biblioteca comunale, Torre Civica
I volontari di Legambiente raccontano il percorso che ha portato al riconoscimento del Padule di Bientina quale area Ramsar.
Programma:
- Saluto delle autorità: Alvaro Maffei vicesindaco di Bientina
- Visione del video promozionale sulla Valdera, prima parte, con scene da Bosco Tanali
- Il contributo di Legambiente per la designazione del Bientina come area Ramsar: Raffaello Corsi Legambiente
- Il lavoro dei volontari: Luciano Carlotti Legambiente
- Specie e ambienti dell'Area Ramsar negli scatti dei fotografi naturalisti
- Ospiti colorati: le libellule del Bientina. Carlo Galletti e Raffaello Corsi  
Ingresso gratuito
Info: carlogalletti1 [at] virgilio [dot] it - lucianocarlotti [at] gmail [dot] com

 

Caccialupi, comune di Bientina (Pi), Riserva Naturale Regionale di Bosco Tanali
Bosco Tanali e l’area Ramsar del Bientina. Escursione guidata 
Domenica 5 febbraio ore 9 a Caccialupi, ingresso Riserva Naturale di Bosco Tanali
Escursione guidata nella parte meridionale dell'area Ramsar del Bientina: da Tanali al Chiaro Nuovo e ritorno. Durata: 3 ore e mezzo. La partecipazione è gratuita. Prenotazione obbligatoria entro le ore 20 di sabato 4 febbraio. 
Consigliati stivali di gomma o scarponi impermeabili. Nessun dislivello, km 5 circa
Info: carlogalletti1 [at] virgilio [dot] it

 

VENETO

 

Area di fitodepurazione di Ca’ di Mezzo-Codevigo (PD)
Il valore dell’albero nel territorio. 5 febbraio 2017 dalle 10,30 alle 17. Area di fitodepurazione di Ca' di mezzo-Codevigo Padova (esposizione presso il centro visite)
Esposizione di foto, mappe, leggi, visione di video sul valore dell'albero e l'attività di bonifica del territorio e altre attività umane di trasformazione del territorio come l'area di fitodepurazione. 
22 febbraio presso cooperativa Magnolia di Piove di Sacco dalle ore 21.00. Serata a tema: “L'albero in un territorio in continua trasformazione”
Con questi due appuntamenti si vuole portare in evidenza il valore degli alberi in un territorio in continua trasformazione dall'attività umana. L'Oasi di Ca' di Mezzo, un'area artificiale creata per i processi di fitodeurazione, è molto apprezzata e vissuta come zona ricreativa piacevole,  per escursioni e attività di birdwatching.
Info: ceapiove [at] libero [dot] it

 

 

Oasi del Codibugnolo – Maserada sul Piave (Tv) - Medio Corso del Piave – Sito di Interesse Comunitario e Zona di Protezione Speciale Direttiva Uccelli e Direttiva habitat per l’Unione Europea
In principio era l'acqua, alla ricerca delle risorgive nel greto del Piave: visita guidata con laboratorio di fotografia naturalistica 
5 febbraio 2017 dalle ore 9.00 – Ritrovo nel Piazzale della Chiesa parrocchiale di Candelù di Maserada sul Piave (Tv).
L’escursione guidata è aperta a tutti (bambini compresi). Le guide, di cui una esperta di fotografia naturalistica, illustreranno le particolarità geomorfologiche del sito, l’importanza della zona dal punto di vista della presenza di una biodiversità prorompente, elencheranno le specie avvistate lungo questa parte del letto fluviale (avifauna, anfibi, pesci, macro-invertebrati dell’acqua, erbe elofite ed idrofite...) con un’indagine relativa alla qualità delle acque secondo il metodo E.B.I. utilizzando una scheda di riconoscimento degli insetti acquatici e dei crostacei presenti in questo settore particolare del greto fluviale.
Info: pozzogood [at] yahoo [dot] it 

 

Temi:
Pubblicato il24 gennaio 2017