Giornata mondiale delle tartarughe marine, i centri di recupero aprono le porte ai visitatori


Il 16 giugno, in occasione del World Sea Turtle Day il progetto TartaLife per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di proteggere questi animali, invita cittadini e turisti a visitare i centri recupero tartarughe marine, veri e propri ospedali che ogni anno salvano centinaia di esemplari.  

Il 16 giugno e nei giorni a seguire, numerosi Centri apriranno le porte ai visitatori per illustrare il lavoro di recupero e riabilitazione delle tartarughe catturate e per farli assistere alle liberazioni degli esemplari guariti.

Tra le varie iniziative, segnaliamo le attività di informazione e sensibilizzazione per adulti e bambini che si terranno presso l’Area Marina Protetta Isole Egadi, con la liberazione, presso il Lido Burrone, della tartaruga Caretta caretta Cassiopea, curata nel Centro di primo soccorso di Favignana per ingestione di plastiche, che verrà riaccompagnata in mare dal pescatore che l’aveva trovata quasi in fin di vita e consegnata alle cure degli esperti del Centro.
Nel Parco dell’Asinara (Centro recupero animali marini di Cala Reale), verrà liberata la tartaruga Charlotte, mentre il giorno successivo (17 giugno), a Misano Adriatico (Rimini) sarà possibile partecipare al rilascio in mare aperto di una tartaruga curata dalla Fondazione Cetacea, con possibilità di seguire le operazioni a bordo di una motonave turistica. Altri esemplari di Caretta caretta, precedentemente recuperati e curati, verranno rilasciati domenica 18 giugno, dal personale del Centro Recupero tartarughe marine di Manfredonia, insieme ai ragazzi del gruppo scout locale.  

Tutti gli appuntamenti su www.tartalife.eu 

Nei mari italiani 50mila esemplari catturati accidentalmente ogni anno. Pesca responsabile e informazione diffusa per garantire la conservazione della specie. Leggi

 

Temi:
Pubblicato il15 giugno 2017