Agricoltura ed aree protette: curare i territori per favorire l’economia delle comunità


Martedì 28 marzo a Roma conferenza nazionale per parlare di parchi e agricoltura di qualità. In primo piano la salute dei territori e dei cittadini     

Avere prodotti salutari a tavola è fondamentale, in quanto una sana alimentazione è motivo di benessere. La sicurezza alimentare passa però da temi quali la sostenibilità delle coltivazioni, la mitigazione del clima, il rispetto delle stagionalità di frutta e verdura e la riscoperta delle eccellenze produttive locali.

Di questo si parlerà martedì 28 marzo, dalle ore 9:30, in occasione del convegno “Coltivare il futuro – L’agricoltura e la gestione delle aree Natura 2000”.

Il primo tema sarà “Esperienze e buone pratiche delle aree protette in campo agricolo”: interverranno Lucia Venturi (presidente Parco della Maremma), Agostino Casillo (presidente Parco del Vesuvio) e Tommaso Navarra (presidente Parco del Gran Sasso e Monti della Laga), con il coordinamento di Antonio Nicoletti (responsabile aree protette Legambiente).

Alle 11:00 Vittorio Alessandro (presidente Parco delle Cinque Terre e vicepresidente Europarc) parlerà della “Carta europea dell’agricoltura sostenibile”, mentre alle 11:20 avrà luogo la tavola rotonda “Agricoltura ed aree protette: curare i territori per favorire l’economia delle comunità”, a cui interverranno Rossella Muroni (presidente nazionale Legambiente), Giampiero Sammuri (presidente Federparchi), Maurizio Gubbiotti (presidente Roma Natura), Mario Guidi (presidente nazionale Confagricoltura), Cristiana Avenali (consigliere Regione Lazio), Andrea Ferrante (presidente “Città dell’altra economia”) e Stefano Pisani (presidente “Città Slow International”), moderati da Elisabetta Galgani de “La Nuova Ecologia”.

 

Maggiori informazioni su imPACt.eu il sito per implementare la politica agricola comunitaria nel territorio intaliano

 

imPACt è un progetto co-finanziato dalla Commissione europea e si configura come una campagna d’informazione e comunicazione sui temi cardine della nuova PAC 2014-2020 che rispondono contestualmente alle misure di salvaguardia dell’ambiente e guardano agli obiettivi dell’Europa 2020: sicurezza alimentare, alimentazione di qualità, salvaguardia delle risorse naturali, mitigazione del clima.
Tra gli obiettivi principali: riconoscere e riscoprire la bellezza e l’eccellenza dei territori rurali italiani, l’agricoltura di qualità e sostenibile, che tiene conto della salute dei cittadini e non può essere prigioniera degli interessi delle multinazionali del cibo globalizzato e degli ogm; sensibilizzare sul tema della sicurezza alimentare e informare su come la PAC promuova e sia a sostegno di questo valore che rappresenta una delle priorità della Commissione europea; scoprire le eccellenze delle produzioni italiane praticate dai custodi e dagli ambasciatori del territorio.

 

Temi:
Pubblicato il27 marzo 2017