Bologna, rassegna di documentari ambientali e Festival EcoBo

A Bologna dal 16 maggio al 9 giugno: rassegna di documentari verdi di Clorofilla Doc e un week end di impegno per l’ambiente, l’agricoltura e l’economia solidale con il Festival EcoBo.

 16 maggio – 9 giugno,  Sala Cà Bura – Parco dei Giardini Via dell’Arcoveggio 59/8 Bologna

Dal 16 maggio ritorna a Bologna Clorofilla Doc, la seconda edizione della rassegna di documentari ambientali organizzata da Legambiente e Associazione Cà Bura. Ogni giovedì per quattro settimane la sala all’interno del Parco dei Giardini diventa teatro dei racconti legati ai temi dell’ambiente e del nostro impatto sul pianeta.

Tutte le proiezioni inizieranno alle ore 21 e sono a ingresso gratuito.

Si parte giovedì 16 con la proiezione di Amaranto di Emanuela Moroni e Manuela Cannone, che saranno presenti alla proiezione. È il racconto di cinque persone che hanno scelto stili di vita alternativi, lontani dalle convenzioni e più vicine ai bisogni reali degli esseri umani. Un’ostetrica, un maestro di scuola elementare, una scrittrice e contadina, una referente di cohousing e una biologa: le loro storie offrono uno spunto per riflettere sulle nostre scelte quotidiane.

Giovedì 23 è la volta di Food Relovution di Thomas Torelli. Il documentario esamina le conseguenze del consumo di carne in vista della crescente preoccupazione per gli impatti sulla salute, sulla fame nel mondo e sul benessere degli animali e dell’ambiente. L’obiettivo del regista è dimostrare che questi problemi globali riguardano ognuno di noi e vuole essere uno strumento di comprensione per acquisire consapevolezza e ricordarci che abbiamo il potere di cambiare le cose, partendo da noi stessi.

Giovedì 30 si continua con I villani di Daniele De Michele. Il film segue quattro personaggi dall’alba al tramonto, da inizio a fine giornata di lavoro. Quattro persone che rappresentano la cultura della cucina italiana, rispettando le varie caratteristiche che la compongono. Nord e Sud, uomini e donne, giovani e anziani per poter verificare se la cucina italiana sia ancora un patrimonio vivo, se il passaggio di informazioni tra generazioni esiste ancora e se la cucina italiana si salverà o scomparirà.

Giovedì 6 giugno conclude la rassegna Domani di Mélanie Laurent e Cyrill Dion.  Il documentario racconta i buoni esempi nella lotta al cambiamento climatico in cinque campi: agricoltura, energia, economia, democrazia e istruzione. Nel loro viaggio i registi ci mostrano che un mondo senza combustibili fossili è possibile. Una visione luminosa e positiva, seppur tenendo conto dei dati attuali. L’idea di una sostenibilità che fa rima con sicurezza e sanità, di un rispetto delle diversità e delle autonomie senza dimenticare mai le necessità delle interdipendenze.

Festival EcoBo, 8 e 9 giugno
Dopo il Clorofilla Doc, Legambiente e Associazione Cà Bura dedicano il fine settimana dell’8 e 9 giugno al Festival EcoBo: due giorni di impegno per l’ambiente, l’agricoltura e l’economia solidale. Tanti gli ospiti e le esperienze raccontate durante l’iniziativa che prevede incontri, film, spettacoli musicali e buon cibo bio.

Sabato 8 si apre con una tavola rotonda sui temi della agricoltura di prossimità, mercati dei produttori contadini biologici, lavoro dei migranti in agricoltura e sviluppo agroecologico nel nostro territorio. Racconteranno le loro esperienze Arvaia, Campi aperti, Genuino clandestino e Mercato Ritrovato. A seguire verrà proiettato il documentario Quello che  gli altri non dicono, saranno presenti il regista Souleymane Dia e il sociologo e ricercatore Mimmo Perrotta. Segue apericena e concerto del gruppo Mulini a vento.

Domenica 9 una mattinata dedicata ai bambini con i laboratori creativi organizzati dall’Associazione Oasi dei Saperi e il brunch light per grandi e piccoli. Nel pomeriggio Legambiente organizza un incontro sulle città solidali e sostenibili per scoprire pratiche e modelli economici alternativi.

A raccontare le loro esperienze ci saranno: Leila – la biblioteca degli oggetti, Pratello Social Street, Auting, Camilla l’Emporio di comunità, il pastificio Iris, gli Ortisti di Strada di Ravenna e il racconto della mobilità alternativa a Friburgo.

La giornata continua con un apericena e il concerto degli Hot Spot Trio.

info: ufficiostampa@legambiente.emiliaromagna.it

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter di Legambiente? Basta inserire i tuoi dati cliccando sul seguente pulsante