Le comunità energetiche come motore di innovazione e resilienza del sistema energetico

La produzione e la condivisione di energia da fonti rinnovabili, scenari futuri e recepimento direttiva europea. I risultati dello studio di Elemens per Legambiente. 

Il passaggio verso un modello energetico sempre più distribuito e incentrato sulle fonti rinnovabili è oggi possibile grazie ad una serie di innovazioni nella digitalizzazione e controllo di reti e impianti di produzione oltre che alla continua riduzione dei costi degli impianti, alla loro efficienza e affidabilità.  Negli anni a venire tale passaggio avrà una forte accelerazione anche in virtù del recepimento in Italia della direttiva 2018/2001/UE a seguito del quale sarà possibile la produzione e condivisione di energia da fonti rinnovabili all’interno delle “comunità energetiche”.
Questi nuovi modelli di produzione e condivisione di energia prodotta da fonti rinnovabili rappresentano una profonda innovazione per il sistema energetico italiano e metteranno in moto un vero e proprio cambio di paradigma nel modo di guardare alle reti. Da un punto di vista ambientale l’aspetto più importante è che si può andare verso configurazioni a emissioni zero, dove per tutti gli usi si può prescindere da fonti fossili. Riflettere e approfondire come questi nuovi modelli energetici possano essere accompagnati verso un’integrazione virtuosa con la rete di distribuzione assume un ruolo di primaria importanza sotto molteplici punti di vista.

Ecco i risultati dello studio Studio di Elemens per Legambiente – Enel Foundation Knowledge Partner sul tema:

>> Le comunità energetiche come motore di innovazione e resilienza del sistema energetico

 

 

 

 

 

Condividi questa pagina sui social: