Didacta Green, appuntamenti per una scuola capace di futuro

Incontri e workshop online dedicati all’educazione ambientale e alla difesa del pianeta. Seguili su Didacta Italia, il futuro della scuola è oggi. 

Formazione, webinar, workshop, meeting ed aggiornamenti sul mondo della scuola: dal 16 al 19 marzo un ricco programma di appuntamenti, quest’anno tutti online, definisce Fiera Didacta 2021, l’evento nazionale in cui docenti, educatori ed esperti del settore hanno la possibilità di confrontarsi e condividere idee sul futuro della scuola.

Una novità importante caratterizza quest’anno la fiera, per la prima volta è stata allestita un’area Green. Uno spazio organizzato da Legambiente e Kyoto Club, con il sostegno del Conou e di Ecopneus, in cui si cercherà di rafforzare il rapporto fra il mondo della scuola e dei soggetti, tra cui le imprese, che già praticano processi di sostenibilità per promuovere una società sempre più green fin dall’età scolastica.

Gli appuntamenti green in programma 

Didacta Green partirà il 17 mattina, alle 10, con ‘Green jobs: le opportunità per le competenze verdi’,  un workshop con Lorenzo Barucca – Responsabile Economia civile Legambiente e progetto Ecco – Economie Circolari di Comunità, Marco Gisotti GreenFactor e Ester Graziano – LVIA , Metti in Circolo il cambiamento – per conoscere e orientare gli studenti sui lavori del futuro che sempre più richiederanno competenze verdi.

Alle 11 spazio al live social su Twitch “Imparare giocando: la gamification per parlare d’ambiente a scuola” promosso dal Conou.  Un modo per scoprire, unendo utile e dilettevole, quanto ognuno dei partecipanti ne sa di ambiente, sostenibilità, risparmio energetico, economia circolare, raccolta differenziata. Un incontro che unisce educazione, divertimento e innovazione, reso possibile da Green League: l’App che ci fa confrontare con influencer e gamer e insegna le buone pratiche ecologiche divertendo.

L’evento centrale di Didacta Green si terrà il 18 marzo in occasione della Giornata mondiale del riciclo, che sarà pretesto per toccare i nodi educativi della cultura circolare.  Dalle 16 alle 17.50 i promotori dell’area green di Didacta incontreranno il mondo della scuola per un confronto dal titolo “Educare alla circolarità: esperienze di economia circolare al centro di percorsi partecipati sugli obiettivi dell’Agenda 2030”. Per gli insegnanti un’occasione per conoscere le attività di Conou ed Ecopneus, i due consorzi responsabili rispettivamente della gestione dell’olio minerale usato e dei pneumatici fuori uso che danno una seconda vita a queste materie, trasformandole da scarto a risorse. Un appuntamento a cui interverranno insieme alla Presidente di Legambiente Scuola e Formazione Vanessa Pallucchi e all’autore del manuale Educare all’economia circolare Franco Salcuni, il Vicepresidente Conou Riccardo Piunti, il Direttore Generale di Ecopneus Giovanni Corbetta e la vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera Rossella Muroni.

Alle 18 si prosegue con il seminario “La rete dei #GreenHeroes che trasformano gli ostacoli in opportunità e danno vita ad economie generative e nuove professioni green” promosso dal Kyoto Club. Sarà l’occasione per raccontare alcuni dei migliori talenti green italiani, come quelli del Museo diffuso dei 5 sensi di Sciacca e della vernice mangia inquinamento. Presenti i protagonisti di queste best practice, la co-ideatrice e coordinatrice della campagna #GreenHeroes Annalisa Corrado e il co-ideatore, firma e volto della campagna Alessandro Gassmann.

Il 19 marzo, alle 10, Didacta Green saluta insegnanti e studenti con lo spettacolo virtuale “Pensieri circolari. Storie di uomini e ambiente” del comunicatore e documentarista Luca Pagliari. Evento promosso dal Conou per avvicinare i ragazzi alla responsabilità collettiva verso la cura dell’ambiente e delle risorse naturali, attraverso un dialogo interattivo che cercherà di trasmettere non solo contenuti ma anche di stimolare l’intelligenza emotiva delle giovani generazioni.

Didacta 2021 sarà un’edizione interamente online. Partecipare è semplice, ma è necessario accedere alla piattaforma e registrarsi seguendo le istruzioni presenti al seguente link .

Condividi questa pagina sui social: