Spiagge indifese, dati e storie dell'erosione costiera


Oltre il 42% di spiagge italiane minacciate da opere a mare inutili e sbagliate, urbanizzazione dei litorali e prelievo d’inerti nei fiumi  

Legambiente, in apertura del week-end di Spiagge e fondali Puliti -l'iniziativa che ogni anno coinvolge migliaia di volontari per la tutela degli ecosistemi costieri - presenta il dossier Spiagge indifese, una fotografia dello stato di salute delle coste italiane e, in particolare, dei processi di erosione che minacciano il litorale. Un fenomeno naturale che è amplificato dall’antropizzazione delle coste, dalla riduzione dell'apporto solido dei fiumi in mare e da un’inadeguata gestione del problema da parte delle amministrazioni. Mentre le spiagge si assottigliano di mareggiata in mareggiata e le infrastrutture costiere restano esposte all’aggressione marina, le opere di difesa poste a protezione degli arenili in erosione rischiano di accelerare e aggravare i processi erosivi in spiagge adiacenti e di alterare in modo significativo la morfologia, l’ecosistema e il paesaggio delle coste. Leggi tutto

scarica il dossier Spiagge indifese >>qui

 

Approfondimento
Coste mangiate, inchiesta de La Nuova Ecologia >>qui

 

 

 

Temi:
Pubblicato il22 maggio 2015