Volontariambiente 2016


Parte la stagione estiva dei campi di volontariato ambientale di Legambiente all’insegna della tutela e della valorizzazione del territorio e della biodiversità   Tra le mete di quest’anno molte località balneari premiate con le cinque vele: Marina di Camerota, Santa Marina Salina e Otranto. Da non perdere anche i campi estivi a Lampedusa, a Ustica, Favignana, Palinuro, Paestum e nel Parco Regionale della Maremma   “Luoghi di grande bellezza e storia capaci di coniugare la valorizzazione del territorio con un turismo ecosostenibile e di qualità”  

 

Un’esperienza di crescita, di viaggio e d’impegno sociale a favore dell’ambiente, ma anche un modo per stare insieme, per riscoprire luoghi unici e dedicare una parte delle proprie vacanze estive alla tutela e valorizzazione del territorio. Per costruire insieme un futuro migliore e più sostenibile. È questa in sintesi la ricetta vincente dei campi estivi di volontariato ambientale di Legambiente, che ogni anno accolgono bambini, ragazzi e famiglie desiderosi di fare un’esperienza diversa stando a contatto con la natura. Anche per questa stagione 2016 sono tante le opportunità che l’associazione ambientalista offre ad adulti (dai 18 anni in su), ragazzi (dai 15 ai 17 anni) e famiglie (adulti con bambini e ragazzi dai 4 ai 14 anni) con i suoi campi estivi in Italia e all’estero, organizzati in luoghi di grande bellezza e di storia e capaci di coniugare la valorizzazione del paesaggio con un turismo ecosostenibile e di alta qualità.

Si va dalle località premiate nel 2015 con le cinque vele come Marina di Camerota (Sa), Santa Marina Salina (Me), l’isola verde delle Eolie e Otranto (Le), alla spiaggia dei Conigli di Lampedusa (Ag), esempio di una bella esperienza di protezione dei nidi di tartarughe marine, sapientemente coniugata con l’attività di riqualificazione paesaggistica, Favignana (Tp), nel cuore delle Egadi, Ustica (Pa), Palinuro (Sa) e poi Paestum (Sa), per arrivare al Parco Regionale della Maremma. Tra le altre mete di Volontariambiente 2016 anche Pretoro (Ch) nel Parco Nazionale della Majella, Gallipoli, la perla della Ionio in provincia di Lecce, il Parco Regionale del Monte Barro, una piccola area protetta lombarda che si affaccia sul Lago di Como.

Nei campi estivi i volontari saranno coinvolti in attività formative, in progetti di valorizzazione e tutela del territorio e della biodiversità, ma non mancheranno incontri sulla questione dei migranti, dell’accoglienza e della pace, tema centrale di questa edizione di Volontariambiente, ed incontri per parlare di agricoltura, turismo sostenibile e legalità. Ci sono poi i campi all’estero organizzati in Francia, Germania, Spagna, Polonia, Giappone, India, Indonesia, Costa Rica e tanti altri Paesi. Un’esperienza che permette di collaborare insieme ai volontari di ogni parte del mondo per realizzare un progetto locale all’estero, relazionandosi con culture, persone, abitudini e luoghi diversi dal solito.

 

“I campi di volontariato – dichiara Rossella Muroni, presidente di Legambiente - sono un’occasione unica per riscoprire tanti luoghi unici, per tutelarli e valorizzarli diventando i protagonisti di quel cambiamento sostenibile e virtuoso che serve al Paese. Il successo di questi anni e l’alto numero di iscrizioni che riceviamo dimostrano che i cittadini sono sempre più sensibili ai temi ambientali e che hanno voglia di fare veramente qualcosa di concreto a favore dell'ambiente, rimettendo in discussione il proprio stile di vita, impegnandosi in prima persona sul territorio e adottando comportamenti più virtuosi. Del resto i cambiamenti climatici, l’emergenza smog, i problemi legati al dissesto idrogeologico, impongono un necessario e urgente cambio di passo e con i nostri campi di volontariato vogliamo contribuire, insieme a tanti ragazzi e famiglie, ad accelerare questo cambiamento rendendo il Pianeta più sostenibile e vivibile”.

 

Tra i tanti campi estivi per adulti organizzati nelle località premiate con le cinque vele (il massimo riconoscimento che Legambiente e Touring Club Italiano assegnano alle eccellenze balneari italiane), c’è quello di Marina di Camerota (Sa), dove l’amministrazione ha promosso un turismo sostenibile legato alla bellezza dei luoghi, alle tradizioni locali e alla cultura eno-gastronomica e ha portato avanti un importante lavoro sulla raccolta differenziata, sulla gestione delle acque reflue e sulla promozione culturale. In questo campo, i volontari installeranno pannelli esplicativi e realizzeranno percorsi per passeggiate nella pineta di Sant'Iconio. Inoltre, saranno impegnati in attività di supporto nella realizzazione di eventi culturali organizzati dall'amministrazione di Camerota. Dalla bellezza di Marina di Camerota si passa a quella di Santa Marina Salina (Me), conosciuta come l'isola verde per la sua ricchissima varietà di specie vegetali (se ne contano oltre 400). Tra le attività in programma nel campo (dal 7/7 al 19/7), ci saranno la pulizia di alcune spiagge, attività di informazione e sensibilizzazione dei turisti verso le tematiche ambientali; ed ancora supporto all'organizzazione di attività ricreative durante gli eventi che l'amministrazione organizza durante l'estate. Otranto (Le) ospiterà campi di volontariato per un mese (dal 15/07 al 15/08): qui volontari italiani e da tutto il mondo lavoreranno per valorizzare il magnifico Faro di Palascìa, ristrutturandone i locali e l'antica strada ottocentesca di accesso e di collegamento con la Baia di Orte.

A Paestum (dall’11/7 al 1/8) si realizzeranno due campi di volontariato dedicati al tema dell’immigrazione, dell’accoglienza, dell’inclusione sociale che coinvolgeranno anche i migranti del centro di accoglienza della città campana. I volontari, insieme ai migranti, si occuperanno della manutenzione e pulizia dell'oasi dunale e parteciperanno alla preparazione di Festambiente Paestumanità. L'obiettivo è quello di condividere un’esperienza di vita quotidiana, valorizzando le competenze e le capacità dei migranti e rendendoli protagonisti di un progetto di tutela del territorio che li ospita. A Lampedusa (dal 3/7 al 1/10), presso la spiaggia dei conigli, una delle aree più belle ed interessanti della riserva naturale, il campo di volontariato sarà all’insegna della salvaguardia del paesaggio e della tartaruga marina Caretta Caretta, che da diversi anni è tornata a deporre le uova su questo arenile. Proprio in questa area si concentrerà il lavoro dei volontari che sorveglieranno i nidi deposti, svolgeranno attività di sensibilizzazione per una corretta fruizione della spiaggia. Tra gli altri campi estivi, c’è poi quello organizzato a Palinuro (dal 25/06 al 08/07), con ragazzi tra i 15 e i 17 anni, che faranno attività di pulizia della spiaggia e di sensibilizzazione rivolta ai turisti e visitatori sulla corretta fruizione dell'ecosistema costiero e sulla raccolta differenziata.

 

L’impegno a favore dell’ambiente continua anche a Favignana (3 campi tra giugno e settembre), nel cuore dell'area marina protetta delle isole Egadi, dove si ripuliranno alcuni sentieri e spiagge, si piantumeranno nuove specie vegetali e si effettueranno monitoraggi dei rifiuti abbandonati nella Pineta di Cala Rotonda. La legalità e la lotta alle ecomafie saranno inoltre il filo conduttore del percorso formativo che contraddistinguerà il campo di Favignana. A Ustica, perla nera del Mediterraneo, i campi di volontariato che Legambiente realizza in collaborazione con l’Area marina protetta e il comune (dal 18/6 al 25/9), si pongono l’obiettivo di sensibilizzare i ragazzi, gli abitanti e i turisti ad una corretta gestione dell'ambiente marino e costiero. Tra le varie attività i volontari presiederanno i punti informativi dell’AMP.

Nel campo estivo organizzato nel cuore del Parco Regionale della Maremma (dal 15/7 al 16/8), i partecipanti saranno impiegati in una serie di attività che si terranno sulla spiaggia di Principina a mare all’interno dell’area parco, dove sarà realizzato anche un punto informativo.

 

Per consultare l’elenco completo dei campi estivi di Legambiente: 

http://www.legambiente.it/legambiente/campi-di-volontariato

 

 

 

-

Temi:
Pubblicato il23 marzo 2016