Premio Angelo Vassallo 2015, aggiudicato al Comune di Ostana (CN) per politiche lungimiranti che hanno dato nuova vita alla montagna occitana


Qualità architettonica, identità e comunità, sostenibilità ambientale, offerta di un turismo pertinente e rispettoso dei luoghi: sono le azioni messe in campo a Ostana (CN) in questi anni, che hanno dato vita a un vero e proprio "laboratorio" per la costruzione di  una nuova abitabilità della montagna occitana e che hanno portato il comune piemontese alla vittoria del Premio Angelo Vassallo 2015.
Il premio, ispirato al “Sindaco pescatore” Angelo Vassallo, promosso da ANCI e Legambiente insieme a Libera, Slowfood, FederParchi, ANCI Campania, Comune di Pollica e con il sostegno di Enel, nasce per valorizzare le buone pratiche e le esperienze migliori realizzate dai Comuni con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti con l’obiettivo di favorire lo sviluppo locale nel rispetto dell’ambiente e all’insegna della trasparenza e della legalità. nergia grazie anche a una collaborazione con il Dipartimento di Progettazione Architettonica e di disegno industriale del Politecnico di Torino.

Perchè a vinto il comune di Ostama 
Il Comune di Ostana si è aggiudicato quest'anno il riconoscimento grazie a politiche lungimiranti di programmazione e riqualificazione del  borgo che ha visto un aumento dell'800% dei residenti, dagli ultimi 5 rimasti 25 anni fa agli oltre 40 di oggi, tra cui 7 bambini. Un nuovo cambio generazionale che ha determinato un investimento in attività economiche dando, ad esempio, nuovo impulso all’agricoltura di montagna, in particolare biologica. Grande importanza ha avuto il recupero del patrimonio abitativo, con i due terzi dei 500 edifici oggi ristrutturati attraverso l’utilizzo di materiali tradizionali e il rispetto delle forme architettoniche alpine che insieme alla valorizzazione della cultura e lingua occitana ha valso al comune l’inserimento tra i Borghi più Belli d’Italia. Nella riqualificazione edilizia, l'amministrazione comunale ha puntato sull'utilizzo di tecnologie ecosostenibili nel campo dell'energia grazie anche a una collaborazione con il Dipartimento di Progettazione Architettonica e di disegno industriale del Politecnico di Torino. 

Menzioni speciali
Oltre alla consegna del premio al sindaco vincitore, sono state assegnate oggi anche alcune menzioni speciali ad altri progetti valutati come particolarmente significativi. Le menzioni speciali sono andate al Comune di Rescaldina (MI) per il suo progetto per la riconsegna alla collettività di un bene immobile sequestrato alla criminalità organizzata valorizzandone la valenza aggregativa, formativa e socio-culturale; al Comune di Riva Ligure (IM) per “Vigili h24”, servizio che mediante l’impiego di un’applicazione web di messaggistica punta a limitare condotte socialmente pericolose ed episodi vandalici, offrendo ai cittadini, soprattutto ai più giovani, la possibilità di farsi parte attiva nella salvaguardia del patrimonio pubblico; al Comune di Malles Venosta (BZ) per il suo progetto di sviluppo per un Comune privo di pesticidi, che salvaguarda risorse come l’aria, l’acqua e la biodiversità del territorio. Leggi tutto 

 

Temi:
Pubblicato il18 dicembre 2015